EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

2.000 rinoceronti bianchi saranno liberati nell'ambito del più grande progetto di rinaturalizzazione al mondo

Alcuni dei 2000 rinoceronti bianchi che saranno reinselvatichiti nei prossimi 10 anni.
Alcuni dei 2000 rinoceronti bianchi che saranno reinselvatichiti nei prossimi 10 anni. Diritti d'autore Brent Stirton, Getty Images via African Parks
Diritti d'autore Brent Stirton, Getty Images via African Parks
Di Angela Symons
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

I rinoceronti in cattività saranno liberati nell'ambito di un progetto decennale di rinaturalizzazione in tutta l'Africa

PUBBLICITÀ

Una Ong sudafricana ha acquistato il più grande allevamento di rinoceronti in cattività del mondo. 

African Parks è intervenuta dopo che un'asta online dei 2.000 rinoceronti dell'allevatore John Hume non ha ricevuto alcuna offerta.

Nei prossimi dieci anni, l'organizzazione intende trasferire gli animali in aree protette in tutto il continente per contribuire a garantire il futuro della specie.

Perché sono stati venduti in un'asta online?

L'ex miliardario John Hume ha investito la sua fortuna nella costruzione del più grande allevamento di rinoceronti del mondo nel 2009.

Situato a Klerksdorp, 170 km a sud-est di Johannesburg, l'allevamento costava più di 396.000 euro al mese per essere gestito, secondo i documenti.

Gran parte di questa cifra è stata destinata alla sicurezza, mentre i costi sono aumentati negli ultimi anni a causa di una prolungata siccità, che ha fatto lievitare il prezzo dell'alimentazione degli animali.

Per dissuadere ulteriormente i bracconieri, sono stati tagliati i corni ai rinoceronti della fattoria: è bene evidenziare che questa operazione non danneggia i rinoceronti, ma può alterare il loro comportamento e avere conseguenze a lungo termine. 

Se tagliati correttamente, i corni possono ricrescere nel tempo.

Nel 2017, l'imprenditore ha vinto una battaglia legale per revocare il divieto del 2009 sul commercio nazionale di corni di rinoceronte in Sudafrica, nonostante il divieto internazionale. 

Questo sia nel tentativo di finanziare il suo progetto di conservazione, sia per ridurre il valore dei corni sul mercato illegale.

Nel 2016, la Cnn ha riportato che la fattoria aveva quasi 10 tonnellate di corni, per un valore di quasi 500 milioni di euro. 

Nel 2015, il valore dei corni di rinoceronte ha superato quello dell'oro e della cocaina.

Ad aprile, non potendo permettersi di continuare a gestire la fattoria di 7.800 ettari, Hume l'ha messa all'asta online.

Il prezzo pagato da African Parks non è stato reso noto, ma l'asta, conclusasi a maggio, prevedeva offerte a partire da 10 milioni di dollari (9,3 milioni di euro).

Brent Stirton and African Parks
A white rhino cow and calf to be released over the next 10 years.Brent Stirton and African Parks

Cosa farà African Parks con i rinoceronti?

African Parks è una Ong che si occupa di conservazione: gestisce 22 parchi nazionali in 12 Paesi africani, in collaborazione con i governi e le comunità locali.

Con il sostegno del governo sudafricano, prevede di rendere di nuovo selvatici i 2.000 rinoceronti bianchi meridionali, che rappresenteranno sino al 15% della popolazione selvatica rimasta al mondo.

L'Ong afferma di avere esperienza nella gestione di aree protette e nella traslocazione di animali selvatici in grandi quantità, tra cui il ritorno dei rinoceronti in Ruanda, Malawi e Repubblica Democratica del Congo.

Si è assicurata un finanziamento d'emergenza per acquistare i rinoceronti e proteggerli dal potenziale bracconaggio e dalla frammentazione.

PUBBLICITÀ

Nei prossimi dieci anni, prevede di trasferire i rinoceronti in aree ben gestite e sicure, creando o integrando popolazioni strategiche per garantire il futuro della specie.

"La portata di questa impresa è semplicemente enorme e quindi scoraggiante - afferma Peter Fearnhead, amministratore delegato di African Parks - tuttavia è anche una delle opportunità di conservazione più eccitanti e strategiche a livello globale".

Si tratterà di uno dei più grandi progetti di rewilding a livello continentale per qualsiasi specie.

Quali minacce corrono i rinoceronti in Sudafrica?

Dopo essere stati cacciati sino a sfiorare l'estinzione alla fine del XIX secolo, i rinoceronti bianchi meridionali sono diventati una storia di successo per la conservazione.

La loro popolazione è cresciuta da meno di 40 animali negli anni '30 a circa 13.000 oggi, grazie a programmi di protezione e riproduzione. 

PUBBLICITÀ

Tuttavia, questo numero è sceso da 20.000 nel 2012 a causa del bracconaggio.

Secondo il Wwf, i rinoceronti vengono regolarmente braccati per i loro corni, utilizzati nella medicina tradizionale per curare una serie di malattie che vanno dalla riduzione della febbre all'arresto dell'epistassi e alla prevenzione dell'ictus.

Secondo l'associazione Save the Rhino, nel 2022 ne sono stati uccisi 448 in Sudafrica.

I rinoceronti bianchi meridionali sono ora elencati dall'Unione internazionale per la conservazione della natura come minacciati.

Il rinoceronte bianco settentrionale, invece, è funzionalmente estinto, con solo due femmine non riproduttive in cattività in Kenya.

PUBBLICITÀ

Oltre la metà dei rinoceronti bianchi africani è detenuta da proprietari terrieri privati, che in genere dispongono di maggiori fondi per le misure di sicurezza.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Sudafrica: sta meglio Goose, il rinoceronte nero salvato dai ranger

Sudafrica, la tenera amicizia tra un rinoceronte e un ragazzino

Un virus gigante potrebbe rallentare la fusione dei ghiacci artici