Da spurgi acidi ad acqua potabile: l'audace sfida di un imprenditore sudafricano

Scarichi acidi delle miniere diventano acqua potabile
Scarichi acidi delle miniere diventano acqua potabile Diritti d'autore Fareed Khan/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un imprenditore sudafricano ha sviluppato un meccanismo in quattro fasi che potrebbe far fronte al problema della crisi idrica nel continente.

PUBBLICITÀ

In Sud Africa un imprenditore ha trovato una soluzione audace per far fronte al problema della mancanza d'acqua potabile. 

Boitumelo Nkatlo, il fondatore di BN-Aqua Solutions, ha sviluppato un metodo in quattro fasi che trasforma gli spurghi acidi delle miniere in acqua da bere.

  • Fase 1: reazione delle acque di drenaggio delle miniere acide e dei prodotti di scarto;
  • Fasi 2 e 3: pretattamento e neutralizzazione;
  • Fase 4: osmosi inversa che produce acqua potabile;

La sfida vorrebbe risolvere il problema dei rifiuti e quello della scarsità idrica.

L'imprenditore ha dichiarato che "questo può servire circa un milione di persone".

Giornata internazionale dell'acqua

Oggi si tiene la giornata internazionale dell'acqua, ma secondo una analisi dell Unicef, 190 milioni di bambini in 10 Paesi africani sono tra i più a rischio proprio a causa della mancanza di acqua.

La minaccia è risultata più grave in Benin, Burkina Faso, Camerun, Ciad, Costa d'Avorio, Guinea, Mali, Niger, Nigeria e Somalia, rendendo l'Africa occidentale. Nei 10 punti caldi, quasi un terzo dei bambini non ha accesso all'acqua potabile in casa, e due terzi non dispongono di servizi igienici di base. Anche l'igiene delle mani è limitata. Tre quarti dei bambini non possono lavarsi le mani a causa della mancanza di acqua e sapone a casa.

Di conseguenza, questi Paesi sono anche quelli con il maggior tasso di decessi infantili dovuti a malattie causate da una scarsa igiene personale.

La Giornata mondiale dell'acqua si tiene ogni anno il 22 marzo come strumento per focalizzare l'attenzione sull'importanza dell'acqua potabile e per promuovere una gestione sostenibile delle risorse idriche. Quest'anno, la Giornata mondiale dell'acqua si focalizzerà sull'accelerazione del cambiamento per risolvere la crisi idrica e la crisi igienico-sanitaria.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gap idrici. Chi rischia di non avere acqua in Europa e cosa si può fare

Mali: 9 gemelli compiono due anni

Clima, temperature record a marzo per il decimo mese consecutivo