This content is not available in your region

A Roma torna l'emergenza rifiuti. La stanchezza dei cittadini

euronews_icons_loading
Emergenza immondizia a Roma
Emergenza immondizia a Roma   -   Diritti d'autore  Andrew Medichini/Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved
Di Giorgia Orlandi
Dimensioni di testo Aa Aa

Un’emergenza nell’emergenza che Roma si trova ad affrontare, mentre la tensione tra l’amministrazione capitolina e la regione sale. Mucchi di spazzatura accanto ai secchioni stracolmi. Scarti ancora non portati fuori dalla capitale.

Una situazione resa ancora più critica da discariche e termovalorizzatori al momento inutilizzabili. Mentre le temperature estive aumentano, i cittadini protestano.

Un problema che esiste da tempo e che si è aggravato dopo la chiusura della discarica di Malagrotta nel 2013. La città che non riesce in modo autonomo a smaltire i rifiuti, è costretta a farlo in altre regioni italiane.

Ma il problema non si abbatte solo sui cittadini, ma anche sul settore ristorazione. La Fiepet Confesercenti di Roma e Lazio, rappresenta circa 4.000 esercizi nella capitale. I dati parlano di incassi ridotti a causa dell’emergenza. Per ascoltare le considerazioni di Claudio Pica, Presidente “FIEPET Lazio e Roma” clicca il video qui sopra.

Gabriele gestisce un ristorante nel centro di Roma e ci racconta il suo problema.

Nel centro storico I cassonetti sono vietati e quando la raccolta porta a porta non è garantita i gestori devono arrangiarsi come possono.

Katia Ziantoni, assessora ai rifiuti e al risanamento ambientale, che si occupa di politiche per la gestione dei rifiuti a livello municipale spiega che sebbene la responsabilità non sia interamente dell’amministrazione capitolina, Il tema rischia di ostacolare la rielezione del sindaco Virginia Raggi.

Il presidente della regione Lazio Zingaretti a sua volta ha minacciato il commissariamento di Roma per manifesta incapacità. Il ministero della Transizione ecologica è dovuto intervenire nei giorni scorsi per facilitare il dialogo tra le due parti sotto gli occhi attenti dell”Ue che segue da vicino la gestione dei rifiuti nel Lazio.