EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Irlanda, addio a monete da 1 e 2 centesimi con l'arrotondamento volontario

Irlanda, addio a monete da 1 e 2 centesimi con l'arrotondamento volontario
Diritti d'autore 
Di Giacomo Segantini Agenzie:  The Irish Times
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Anche il denaro ha un costo. Lo sa bene l’Irlanda, che dal 28 ottobre dirà addio alle monetine da 1 e da 2 centesimi di euro. Quantomeno ci proverà

PUBBLICITÀ

Anche il denaro ha un costo. Lo sa bene l’Irlanda, che dal 28 ottobre dirà addio alle monetine da 1 e da 2 centesimi di euro. Quantomeno ci proverà, dato che i due tagli manterranno corso legale. La banca centrale di Dublino ha infatti deciso di lanciare su scala nazionale l’arrotondamento volontario nei pagamenti.

La campagna, limitata ai pagamenti in contanti, chiede a negozianti e clienti di arrotondare ogni scontrino ad un multiplo dei 5 centesimi di euro. Un esperimento di questo tipo, condotto nella città costiera di Wexford, aveva dato ottimi risultati: oltre l’85% degli abitanti aveva aderito.

Ovviamente la mossa ha delle ragioni economiche, oltre che di praticità. Alla zecca irlandese produrre una moneta da 1 centesimo costa 1,65 centesimi, cioè più del suo valore nominale. Nel caso dei 2 centesimi siamo più o meno in parità (1,94 centesimi).

Attualmente ci sono quasi due miliardi e mezzo di monetine in circolazione, per un valore totale di 37 milioni euro. Che cosa farne? Le associazioni per la beneficenza si sono già fatte avanti. Altrimenti, rimangono utili per la mancia al pub…

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Auto elettriche, litio inquinante e costoso: dal manganese allo zinco, ecco le alternative

Elezioni europee: le sfide per le banche europee

La Bce taglia i tassi di interesse di 25 punti base