EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Allerta caldo: in Francia misure straordinarie per tutelare i lavoratori edili

lavoratori edili
lavoratori edili Diritti d'autore David J. Phillip/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore David J. Phillip/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le ondate di calore sempre più frequenti mettono a rischio i lavoratori edili, costretti a lavorare per ore anche a oltre 30 gradi Celsius all'ombra. In Francia diverse aziende adottano misure per tutelare la loro salute

PUBBLICITÀ

Le ondate di calore sono diventate un problema sempre più frequente per i lavoratori del settore edile, costringendo le aziende ad adottare misure per proteggere la salute e la sicurezza dei propri dipendenti. Molti gli interventi in Francia per tutelare gli addetti ai lavori.

A Tolosa, in Francia, dove le temperature hanno raggiunto i 30 gradi all'ombra, gli operai edili sono stati costretti a lavorare sotto il sole cocente.

"È un problema reale perché gli incidenti sono già avvenuti e stiamo cercando di anticiparli", ha spiegato Hugo Pastorello, supervisore del cantiere di Thomas et Danizan. L'azienda ha attuato una politica in base alla quale, una volta stabilito che il cantiere è troppo caldo, "mandiamo i lavoratori a casa e continuano a essere pagati come se avessero lavorato".

Produttività in calo per il troppo caldo

Questa misura non solo protegge la salute dei lavoratori, ma ha anche un senso economico. Alcuni studi hanno dimostrato che quando la temperatura supera i 32 gradi Celsius, la produttività del lavoro diminuisce del 40 per cento.

"È importante aiutare la salute del lavoratore, di noi, di tutti. Perché io sono giovane, ma forse ci sono persone più anziane di me e per loro è più complicato", ha detto Diogo Bernardo, un lavoratore della Thomas et Danizan, sottolineando l'importanza di queste misure.

L'aumento della frequenza delle ondate di calore è attribuito al riscaldamento globale, il che suggerisce che questo problema continuerà a sfidare il settore delle costruzioni per gli anni a venire.

Le imprese edili non sono le sole a doversi adattare. I datori di lavoro di tutti i settori sono tenuti a rispettare determinate normative per proteggere i propri lavoratori durante i periodi di caldo estremo.

Evoluzione delle ondate di calore in Europa

Negli ultimi decenni le ondate di calore in Europa hanno registrato un aumento significativo della frequenza, dell'intensità e della durata, una tendenza che gli scienziati attribuiscono direttamente al cambiamento climatico.

Secondo i dati dell'Agenzia europea dell'ambiente (Aea), la frequenza delle ondate di calore in Europa è triplicata dagli anni Sessanta. Tra gli eventi più significativi ricordiamo:

  • L'ondata di calore del 2003, che ha colpito soprattutto l'Europa occidentale e ha causato più di 70mila morti.
  • L'estate del 2018, che è stata una delle più calde mai registrate nell'Europa settentrionale e centrale.
  • L'ondata di caldo del 2019, che ha stabilito nuovi record di temperatura in diversi Paesi, tra cui la Francia, dove ha raggiunto i 46°C.
  • L'estate del 2022, che è stata la più calda mai registrata in Europa, con temperature superiori ai 40°C nel Regno Unito per la prima volta nella storia.

Perché le ondate di calore sono sempre più frequenti

I modelli climatici prevedono che questa tendenza continuerà. Entro la fine del XXI secolo, si prevede che le ondate di calore estremo, che in passato si verificavano una volta ogni 50 anni, si verificheranno ogni due o tre anni se le emissioni di gas serra non saranno ridotte in modo significativo.

L'aumento delle ondate di calore non riguarda solo la salute umana e la produttività del lavoro, ma ha anche un impatto significativo sull'agricoltura, sugli ecosistemi e sulle infrastrutture. Di conseguenza, i governi e le imprese di tutta Europa stanno iniziando ad attuare strategie di adattamento, dal miglioramento dei sistemi di allerta precoce alla modifica delle pratiche di lavoro e della pianificazione urbana.

L'evoluzione delle ondate di calore in Europa sottolinea l'urgenza di affrontare i cambiamenti climatici e la necessità che tutti i settori della società, compreso quello edilizio, si adattino a questa nuova realtà climatica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Clima estremo in America: in Argentina la neve minaccia il bestiame, caldo record nella Death valley

Svezia, in aumento i turisti in fuga dal caldo del Sud Europa

Ondata di caldo in arrivo in Italia questo fine settimana con temperature di 40°C