Ucraina senza munizioni: Kiev stanzia 1,4 miliardi di dollari per l'industria bellica locale

Carenza di armi e munizioni in Ucraina
Carenza di armi e munizioni in Ucraina Diritti d'autore AP/Russian Defense Ministry Press Service
Di Stefania De Michele
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Mancano armi e munizioni in Ucraina: una parte significativa del fabbisogno viene ora acquistato da fabbriche private ucraine, che stanno sorgendo in tutto il Paese

PUBBLICITÀ

A Selydove, nell'Ucraina orientale, i soldati in trincea attendono gli ordini e le nuove forniture di munizioni. Vista la pressione russa al fronte, a un artigliere ucraino sono necessari almeno cento proiettili al giorno. Attualmente ne hanno a disposizione solo una ventina. 

La carenza di munizioni in Ucraina

La Francia sarà presto in grado di consegnare all'Ucraina 78 obici Caesar e aumenterà la fornitura di munizioni per soddisfare le esigenze di Kiev. L'obiettivo fissato è quello di consegnare entro l'anno 80mila proiettili per cannoni da 155 mm.

La Repubblica Ceca cerca di ottenere 800mila proiettili d'artiglieria per l'Ucraina. I leader cechi avevano già detto che le prime munizioni avrebbero dovuto arrivare in Ucraina a giugno.

Ma non ci sono abbastanza proiettili, ora, dicono gli ucraini, mentre stanno combattendo contro un esercito, quello russo, sostenuto da una fiorente industria della difesa nazionale.

L'industria della difesa di Kiev cresce

L'Ucraina sta anche cercando di potenziare l'industria della difesa: un settore ancora piccolo ma in rapida crescita, che il governo sta ampiamente finanziando nella speranza che l'approvvigionamento bellico sia meno carente.

Il governo ucraino ha stanziato quasi 1,4 miliardi di dollari nel 2024 per acquistare e produrre armi sul territorio ucraino, 20 volte più di prima dell'invasione russa. Una parte significativa di armi viene ora acquistata da fabbriche private, che stanno sorgendo in tutto il Paese, sino a poco tempo fa dominato da aziende statali.

Oggi, circa l'80% dell'industria della difesa è in mani private. Rispetto all'anno scorso, la produzione ucraina di proiettili da mortaio è circa 40 volte superiore e la produzione di munizioni per l'artiglieria è quasi triplicata, ha dichiarato Oleksandr Kamyshin, ministro ucraino delle industrie strategiche.

La Ukrainian Armor produce anche una vasta gamma di veicoli militari. La mancanza di manodopera, perché molti lavoratori sono stati reclutati, e la burocrazia sono i principali ostacoli in Ucraina. 

Anche l'Europa, dicono gli ucraini, deve colmare il gap al più presto se non vuole che la guerra passi i suoi confini.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il destino dell'Europa è intrecciato a quello dell'Ucraina, dice la leader dei liberali dell'Ue

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni

In Ucraina mancano le munizioni: lo stop agli aiuti favorisce Mosca