Guerra in Ucraina: i russi respingono nuova infiltrazione a Belgorod, continuano attacchi con droni

Il ministero della Difesa russa ha fatto sapere di aver distrutto 14 droni ucraini in regioni di Belgorod e Kursk
Il ministero della Difesa russa ha fatto sapere di aver distrutto 14 droni ucraini in regioni di Belgorod e Kursk Diritti d'autore AP/Russian Defense Ministry Press Service
Diritti d'autore AP/Russian Defense Ministry Press Service
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il ministero della Difesa russo ha affermato che le forze di Mosca hanno respinto un nuovo tentativo di infiltrazione proveniente dall'Ucraina presso il villaggio di Spodariushino, nella regione di Belgorod. Morti e feriti in Russia e Ucraina a causa di attacchi con droni da entrambe le parti

PUBBLICITÀ

Sarebbero almeno due i morti e oltre dieci i civili rimasti feriti nei bombardamenti ucraini sulla regione russa di Belgorod. A riferirlo il governatore Vyacheslav Gladkov. Nei territori di confine i sistemi di difesa aerea russi hanno intercettato e distrutto durante la notte tra il 13 e il 14 marzo 14 droni ucraini.

Il ministero della Difesa russo ha inoltre parlato di altri tentativi da parte di sabotatori ucraini di penetrare nella regione russa di Belgorod vicino al villaggio di Spodaryushino. Solo due giorni fa Mosca aveva dichiarato di aver respinto un'incursione terrestre rivendicata dai gruppi armati anti-Cremlino Legione della libertà della Russia e Battaglione siberiano.

Kiev: tre morti in un attacco russo nella regione di Sumy

Salito a tre il bilancio dei morti in un attacco russo con droni che ha colpito mercoledì un palazzo residenziale nella regione di Sumy

Nell'oblast nel nord-est dell'Ucraina le forze russe hanno inoltre bombardato infrastrutture di telecomunicazioni di Kiev. L'ufficio stampa dell'amministrazione regionale di Sumy ha sottolineato che gli attacchi potrebbero causare interruzioni di comunicazione mobile, radio e Tv. "I trasmettitori televisivi a Sumy, Shostka, Belopoli e Trostyantsa sono stati temporaneamente disabilitati", ha precisato l'amministrazione. 

Russi a Zaporizhzhia: attaccate dagli ucraini infrastrutture critiche della centrale

Il servizio stampa della centrale nucleare di Zaporizhzhia in Ucraina, sotto il controllo russo, ha denunciato un bombardamento ucraino ad "infrastrutture critiche" dell'impianto. Secondo una fonte citata dall'agenzia di stampa russa Tass una bomba sarebbe caduta a pochi metri da un deposito di stoccaggio del carburante diesel; non ci sarebbero al momento conseguenze alla struttura. 

Grossi (Aiea): al momento non ci sono condizioni per uso armi nucleari

Dal Giappone, dove si è conclusa la visita di lavoro di tre giorni, Rafael Grossi, direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica, ha parlato anche della situazione in Ucraina e del suo incontro con Vladimir Putin. In una recente intervista con l'agenzia russa Ria Novosti, il presidente della Federazione Russa ha detto di essere pronto a una guerra nucleare.

"Le condizioni per l'uso di armi nucleari nel conflitto in Ucraina non ci sono al momento - ha detto il direttore generale dell'Aiea rispondendo alla domanda se la Russia potrebbe ricorrerne all'uso -. In questo momento non vediamo le condizioni per l'uso delle armi nucleari, se parliamo della guerra in Ucraina. Almeno per ora".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ue: raggiunto accordo su aiuti militari all'Ucraina, 5 miliardi di euro nel 2024

Esclusiva tv Euronews, nunzio apostolico a Kiev chiarisce le parole del Papa sulla tregua in Ucraina

Ucraina, quattro morti in bombardamento sulla città di Zelensky in risposta agli attacchi in Russia