Russia, novemila minori evacuati dalla regione di confine di Belgorod a causa degli attacchi ucraini

Una bambina lascia un pupazzo in un memoriale a Belgorod, in Russia, per commemorare le vittime di un attacco ucraino che il 30 dicembre ha ucciso 25 persone
Una bambina lascia un pupazzo in un memoriale a Belgorod, in Russia, per commemorare le vittime di un attacco ucraino che il 30 dicembre ha ucciso 25 persone Diritti d'autore AP/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Gabriele Barbati
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

La decisione è arrivata dopo i massicci attacchi ucraini oltre confine. L'Unione europea decide sanzioni per la morte di Navalny contro trenta funzionari di Mosca. A breve anche la proposta di usare i fondi russi congelati nell'Ue per finanziare Kiev

PUBBLICITÀ

Le autorità della regione di Belgorod hanno deciso di evacuare 9mila minoridopo l'offensiva oltre confine degli ucraini con droni e incursori di terra la settimana scorsa.

Nelle ultime 24 ore altri 41 attacchi di artiglieria ucraini hanno colpito il Donbass e le aree occupate nella regione di Kherson, stando a quanto riferisce l'agenzia di stampa russa Ria Novosti.

Nello stesso periodo, raid russi hanno causato quattro morti e sei feriti nelle città di Kherson (che è sotto controllo ucraino), di Kharkiv e nel Donetsk, secondo le Forze armate ucraine che indicano anche 840 soldati russi morti.

L'Ue decide sanzioni in Russia per la morte di Navalny

L'Unione europea ha deciso di sanzionare una trentina di funzionari russi a seguito della morte in carcere il mese scorso di Alexei Navalny, il principale oppositore politico nella Federazione Russa, circa un mese prima delle elezioni che hanno confermato Vladimir Putin alla presidenza.

"Abbiamo concordato sanzioni contro i responsabili dell'omicidio di Alexei Navalny", ha dichiarato l'Alto rappresentante per gli Affari esteri dell'Ue, Josep Borrelldopo una riunione dei ministri degli Esteri lunedì a Bruxelles.

La decisione segue quelle analoghe prese da Gran Bretagna e Stati Uniti. L'identità dei funzionari sarà resa nota nei prossimi giorni dopo che le sanzioni saranno varate ufficialmente. 

L'Europa potrebbe usare i fondi russi congelati per armare l'Ucraina

Le sanzioni internazionali imposte alla Federazione Russa dopo l'invasione dell'Ucraina non ne hanno finora compromesso l'economia o la capacità bellica, nè il mandato di arresto internazionale per crimini di guerra ha fermato Putin e le operazioni militari.

"Borrell presenterà una proposta con una solida base giuridica per aiutare l'Ucraina attraverso i fondi congelati russi" ha detto il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani.

Il commissario Ue all'Economia Paolo Gentiloni ha quantificato a Bloomberg questi fondi in circa 250 miliardi di euro.

Martedì è arrivato anche il rinnovato sostegno degli Stati Uniti, nonostante un sostanzioso pacchetto di aiuti all'Ucraina sia ancora bloccato al Congresso. 

"Non lasceremo che l'Ucraina perda" nella guerra con la Russia, ha detto il segretario alla Difesa Lloyd Austin, in Germania per la riunione periodica dei Paesi che stanno sostenendo Kiev.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attacco ucraino su Belgorod nel secondo giorno di elezioni russe. Putin: "Risponderemo duramente"

Guerra in Ucraina: i russi respingono nuova infiltrazione a Belgorod, continuano attacchi con droni

Ucraina: manifestazioni nelle città europee per i due anni dall'inizio della guerra