La Cina tenta di negoziare colloqui tra Russia e Ucraina, Berlino accusa Mosca della fuga di notizie

L'inviato cinese per gli affari euroasiatici Li Hui
L'inviato cinese per gli affari euroasiatici Li Hui Diritti d'autore Ng Han Guan/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Ilaria Cicinelli
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Cina sta nuovamente provando a negoziare dei possibili colloqui tra Russia e Ucraina dopo il tentativo andato a vuoto della scorsa primavera. Intanto Berlino ha accusato Mosca di essere responsabile della fuga di notizie sui missili Taurus. Sale a 12 il bilancio dei morti dell'attacco a Odessa

PUBBLICITÀ

La Cina sta nuovamente tentando di negoziare i colloqui tra Russia e Ucraina. L'inviato speciale cinese per gli affari eurasiatici Li Hui è arrivato a Mosca dove ha incontrato il vice ministro degli Esteri russo Mikhail Galuzin per discutere della "crisi ucraina" - come viene chiamata in Cina la guerra in Ucraina.

Mosca: "Gli ultimatum di Kiev non possono servire come base per i negoziati"

Fonti cinesi hanno riferito che Galuzin ha convenuto che la crisi ucraina dovrebbe essere risolta in ultima analisi attraverso i negoziati.

Il comunicato stampa ufficiale del ministero degli Esteri russo lascia intendere che Mosca non la pensa allo stesso modo. "Qualsiasi discussione su una soluzione politica e diplomatica è impossibile senza la partecipazione della Russia", mentre allo stesso tempo "gli ultimatum promossi da Kiev e dall'Occidente nei confronti della Russia non fanno altro che danneggiare le prospettive di una soluzione e non possono servirne come base".

Li Hui ha in programma altre visite in Ucraina, Francia, Germania e Bruxelles. Nel maggio dello scorso anno ha già compiuto un viaggio simile, ma senza ottenere risultati concreti. 

La fuga di notizie sui missili Taurus: per Berlino Mosca è responsabile

Intanto sale la tensione tra Mosca e Berlino dopo la diffusione da parte della Russia di una conversazione confidenziale tra alcuni ufficiali tedeschi sulla consegna di missili Taurus a Kiev.

Il ministero della Difesa tedesco conferma che la recente fuga di notizie sui colloqui degli ufficiali non cambia la posizione di Berlino, che continua a negare i missili da crociera Taurus a Kiev. Durante i colloqui, pubblicati dai media russi, gli ufficiali tedeschi non hanno discusso di "piani", ma di "scenari" teorici su come tali missili potrebbero essere utilizzati dall'Ucraina.

Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorious ha dichiarato domenica che il Cremlino "ha certamente coordinato e coreografato" la fuga di notizie, al fine di "rafforzare la favola, la leggenda che stiamo lavorando a una guerra contro la Russia".

Sale a dodici il bilancio delle vittime di Odessa

In Ucraina, nella città di Odessa, il bilancio dell'ultimo attacco aereo russo è salito a dodici persone, tra cui cinque bambini, di età compresa tra i quattro mesi e i nove anni. Nella tarda giornata di domenica, le squadre di emergenza hanno terminato il loro lavoro nel condominio colpito dal drone russo domenica. L'intera sezione dell'edificio, contenente 18 appartamenti, è crollata.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: attacchi su Odessa e Kharkiv, Kiev sigla il trattato di sicurezza con Paesi Bassi

Guerra in Ucraina, vicino a Bakhmut campi minati e barriere anticarro per frenare l'avanzata russa

Guerra in Ucraina, Kiev teme un tentativo di sfondamento più ampio nell'estate del 2024