EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Proteste degli agricoltori a Bruxelles, trattori e roghi nel Quartiere europeo

Roghi di pneumatici durante una protesta degli agricoltori al Quartiere europeo di Bruxelles, 26 febbraio 2024
Roghi di pneumatici durante una protesta degli agricoltori al Quartiere europeo di Bruxelles, 26 febbraio 2024 Diritti d'autore Harry Nakos/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Harry Nakos/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Dalle prime ore di lunedì decine di trattori hanno invaso le strade della capitale belga. I manifestanti hanno appiccato roghi di pneumatici, buttato per terra chili di fieno e forzato le barricate della polizia. I ministri Ue dell'Agricoltura riuniti a Bruxelles: Vi ascoltiamo

PUBBLICITÀ

Nel giorno in cui i ministri dell'Agricoltura degli Stati membri dell'Unione europea si riuniscono a Bruxelles, gli agricoltori di diversi Paesi sono accorsi nella capitale belga con i loro trattori per far sentire ancora la loro voce, creando il caos sulle strade

Già dalla prima mattinata di lunedì i manifestanti hanno diretto decine di trattori verso il Quartiere europeo, che ospita le principali sedi delle istituzioni dell'Unione europea, bloccando il traffico cittadino

La polizia in tenuta antisommossa ha eretto barriere con il filo spinato e i cavalli di Frisia per impedire il loro passaggio, ma molti sono riusciti a forzare le barricate. Gli agricoltori hanno anche buttato per terra chili e chili di fieno e scaricato pile di pneumatici dandogli fuoco

Barricate della polizia contro l'avanzata dei trattori durante le proteste degli agricoltori a Bruxelles, 26 febbraio 2024
Barricate della polizia contro l'avanzata dei trattori durante le proteste degli agricoltori a Bruxelles, 26 febbraio 2024Harry Nakos/Copyright 2024 The AP. All rights reserved

I manifestanti si sentono ignorati dall'Unione europea e ritengono che le regole comunitarie, soprattutto in materia di energia e ambiente, penalizzano il loro settore.

"Vorremmo che fossero ragionevoli con noi, che venissero con noi per un giorno a lavorare sul campo, o con i cavalli o con gli animali per vedere che non è molto facile per noi a causa delle regole che ci impongono. Per questo vogliamo parlare con loro", dice Marieke Van De Vivere, un'agricoltrice della zona di Gand. 

La protesta è l'ultima di una lunga serie di manifestazioni degli agricoltori in tutta Europa. All'inizio del mese, una mobilitazionesimile è diventata violenta quando gli agricoltori hanno dato fuoco a balle di paglia e lanciato uova e petardi contro la polizia, sempre nei pressi delle sedi istituzionali europee. 

Con le loro massicce proteste gli agricoltori hanno già ottenuto una serie di concessioni dai governi nazionali e da Bruxelles. All'inizio del mese la Commissione europea ha accantonato una proposta anti pesticidi chimici e ha rivisto al ribasso gli obiettivi del settore nella riduzione delle emissioni di gas serra. 

I ministri riuniti a Bruxelles: Siamo in ascolto

Dall'altra parte delle barricate i ministri hanno voluto dimostrare di essere in ascolto. Lo scopo stesso del vertice è discutere le nuove proposte della Commissione europea volte a modificare i regolamential centro del malcontento, ad esempio riducendo il numero di controlli sui prodotti. 

La presidenza di turno del Consiglio dell'Ue, attualmente detenuta dal Belgio, ha riconosciuto le preoccupazioni degli agricoltori, che riguardano soprattutto l'onere di rispettare le politiche ambientali, il taglio delle sovvenzioni agricole e l'impatto sul mercato europeo delle forniture di grano ucraine, più economiche a causa dell'invasione russa. 

"Sentiamo chiaramente le loro lamentele", ha dichiarato il ministro dell'Agricoltura belga David Clarinval, che ha però esortato i manifestanti ad astenersi dalla violenza. "Possiamo capire che alcuni si trovino in circostanze difficili, ma l'aggressione non è mai stata una fonte di soluzioni", ha detto. 

Decine di trattori si dirigono verso il Quartiere europeo di Bruxelles, 26 febbraio 2024
Decine di trattori si dirigono verso il Quartiere europeo di Bruxelles, 26 febbraio 2024Harry Nakos/Copyright 2024 The AP. All rights reserved

Il ministro dell'Agricoltura francese Marc Fesneau ha detto ai pochi giornalisti a cui la polizia ha permesso di entrare nell'edificio che "è necessario inviare immediatamente dei segnali per dire agli agricoltori che qualcosa sta cambiando, non solo a breve termine, ma anche a medio e lungo termine".

Il ministro irlandese dell'Agricoltura Charlie McConalogue ha affermato che la priorità deve essere quella di ridurre la burocrazia amministrativa. L'Ue dovrebbe garantire politiche "dirette, proporzionate e il più possibile semplici da attuare per gli agricoltori", ha dichiarato. McConalogue ha sottolineato che "rispettiamo il lavoro enormemente importante che gli agricoltori svolgono ogni giorno in termini di produzione di cibo".

Roghi di pneumatici e fieno per terra durante una protesta degli agricoltori a Bruxelles, 26 febbraio 2024
Roghi di pneumatici e fieno per terra durante una protesta degli agricoltori a Bruxelles, 26 febbraio 2024Harry Nakos/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Agricoltori: tensione a Parigi, Macron costretto a un incontro con pochi manifestanti

Protesta agricoltori: scontri con la polizia in Spagna, nuove manifestazioni in Francia

Ue: un forum sulla difesa per sostenere l'industria militare Ucraina