Agricoltori: tensione a Parigi, Macron costretto a un incontro con pochi manifestanti

manifestazioni agricoltori a Parigi
manifestazioni agricoltori a Parigi Diritti d'autore Thomas Padilla/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Thomas Padilla/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente francese incontra gli agricoltori a Parigi all'apertura del Salone dell'Agricoltura, mentre decine di trattori bloccano la città. Macron difende le misure del governo. Proteste anche in Spagna e Moldova

PUBBLICITÀ

Gli agricoltori francesi tornano in piazza e bloccano Parigi con i loro trattori. La manifestazione è stata organizzata in vista dell'attesissimo Salone dell'Agricoltura che inizia sabato, 24 febbraio, nella capitale francese. Alcuni scontri sono stati registrati prima dell'apertura della fiera, una delle più grandi al mondo. I dimostranti sono arrivati a Parigi per ricordare al governo francese le promesse fatte qualche settimana fa e non ancora mantenute.

Macron incontra gli agricoltori a Parigi

Il presidente francese Emmanuel Macron aveva cancellato un dibattito aperto con agricoltori ed eco-attivisti, ricevendo molte critiche, ma poi in mattinata si è recato a Salone dove ha incontrato una stretta cerchia di manifestanti per spiegare le misure messe in atto dal governo. Macron ha invitato alla calma e ha spiegato che fare un dibattito più ampio è impossibile a causa delle protese. 

"Non mi sono mai nascosto, ha detto il capo dell'Eliseo e ha aggiunto: "C'è stata una risposta immediata da parte del governo, con 62 misure avviate". "Non dobbiamo dipingere un ritratto catastrofico della nostra agricoltura” , ha detto Macron ai presenti. "L'agricoltura francese resta forte, produce, nel 2021 e nel 2022 i ricavi in ​​molti settori sono stati storici”.

Proteste degli agricoltori anche in Spagna

In Spagna, le proteste degli agricoltori crescono in scala e numero. Venerdì, in diverse città, come León, Teruel e Pamplona, si sono radunati centinaia di agricoltori, che chiedono prezzi più equi e un "accordo verde" più "amico degli agricoltori". Gli agricoltori di tutto il Paese stanno protestando da due settimane. Lunedì, diversi sindacati hanno in programma una grande azione a Madrid.

Bloccato il valico tra Moldova e Romania

In Moldova, venerdì gli agricoltori hanno bloccato per breve tempo un importante valico di frontiera con la Romania, chiedendo risarcimenti e sussidi al governo e il rinvio dei prestiti. Hanno anche chiesto del gasolio a basso costo, che era stato promesso dalla Romania per la campagna di segagione di primavera, ma che non è mai arrivato, in quanto il governo moldavo ha affermato di non avere un posto dove immagazzinarlo. Più tardi, venerdì, gli agricoltori hanno sbloccato il valico, ma non è la prima volta che vi posizionano i loro trattori in segno di protesta.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Proteste degli agricoltori a Bruxelles, trattori e roghi nel Quartiere europeo

Agricoltori cechi e polacchi contro le merci ucraine, Tusk: La consegna di armi non sarà compromessa

Nuove proteste degli agricoltori in Francia, Attal: "Status speciale al settore agricolo"