Forniture di tè al Regno Unito in crisi a causa degli attacchi Houthi nel mar Rosso

Una tazza di tè
Una tazza di tè Diritti d'autore Image by Pasi Mämmelä from Pixabay
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

L'ossessione per la bevanda dei britannici fa del Pese il quarto importatore di tè a livello mondiale. Le foglie provengono principalmente da India e Kenya e gli approvvigionamenti dipendono dalla rotta del mar Rosso, la cui continuità è minata dagli attacchi Houthi

PUBBLICITÀ

I britannici potrebbero dover affrontare una carenza di alcuni tipi di , senza dubbio una delle bevande preferite nel Paese, dopo che l'industria dei supermercati ha avvertito di un rischio di approvvigionamento dovuto a interruzioni del trasporto nel Mar Rosso.

Il British retail consortium ha dichiarato di aver riscontrato "temporanee interruzioni" per alcuni tipi di tè nero e ma anche per le varietà aromatizzate.

Sebbene i due maggiori gruppi di supermercati del Paese mostrino ancora un'ampia offerta sui loro siti web, le aziende hanno avvertito in generale che la durata delle interruzioni della navigazione nel mar Rosso determinerà se i consumatori vedranno gli scaffali vuoti nel Regno Unito ma anche negli altri Paesi europei.

Il tè è il primo bene alimentare colpito dalla crisi del mar Rosso

L'avvertimento di ritardi è il primo per un prodotto alimentare dall'inizio della crisi nel mar Rosso che sta rallentando i commerci tra Asia ed Europa.

Il Regno Unito è il quinto importatore di tè al mondo. Metà del fabbisogno è soddisfatto dalle foglie coltivate in Kenya e in India, la cui importazione non può prescindere dalla rotta del mar Rosso.

Secondo l'Institute of export & international trade (Ieit), il tè grezzo è spedito nel Regno Unito per essere lavorato e confezionato, contribuendo a rendere la Gran Bretagna il decimo esportatore mondiale di prodotto processato.

"C'è un'interruzione temporanea della filiera di tè nero, ma l'impatto sui consumatori sarà minimo in quanto i rivenditori non si aspettano problemi significativi", ha dichiarato Andrew Opie, direttore del settore alimentare e della sostenibilità presso il British retail consortium, che rappresenta i principali gruppi di supermercati.

Una fonte industriale che ha familiarità con la produzione di aree del Regno Unito ha affermato che, sebbene ci siano stati alcuni ritardi, non si prevede una grande carenza.

Aggirare il blocco Houthi circumnavigando il capo di Buona Speranza

Il direttore generale dell'Ieit Marco Forgione ha dichiarato che il tè potrebbe essere "il primo di molti articoli coinvolti in questa crisi della catena di approvvigionamento".

La rotta di spedizione alternativa intorno al capo di Buona Speranza in Sudafrica può aggiungere tra i dieci e quattordici giorni al viaggio rispetto al passaggio attraverso il mar Rosso e il canale di Suez.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Londra, nuove banconote con l'immagine di re Carlo III

Udienza per l'estradizione di Assange, gli Usa: Ha messo in pericolo vite innocenti

Diplomazie al lavoro, la Francia cerca la mediazione della Cina sulla guerra in Ucraina