EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Proteste degli agricoltori in India, scontri con la polizia alle porte di Nuova Delhi

Agricoltori indiani si dirigono verso Nuova Delhi
Agricoltori indiani si dirigono verso Nuova Delhi Diritti d'autore Rajesh Sachar/AP
Diritti d'autore Rajesh Sachar/AP
Di Ilaria Cicinelli Agenzie:  Ap
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Violenti scontri In India tra la polizia e gli agricoltori che chiedono al governo di fissare un prezzo minimo per tutelare i loro prodotti. Gli agricoltori rappresentano una larga fetta dell'elettorato e gli scontri prima delle elezioni sono un problema per il governo Modi. Il precedente nel 2021

PUBBLICITÀ

Non è solo l'Europa a essere teatro di feroci scontri tra il governo e gli agricoltori. Anche in India regna il malcontento per le politiche agricole che mettono in difficoltà il settore. Qui la polizia ha usato gas lacrimogeni e ha usato i manganelli sugli agricoltori che tentavano di entrare a Nuova Delhi per protestare. Alcuni manifestanti sono stati arrestati dopo aver cercato di rompere le barricate che bloccavano la strada verso la capitale indiana. 

Gli agricoltori cercano di entrare a Nuova Delhi, sospeso il servizio internet

Decine di migliaia di agricoltori si sono diretti con trattori e camion verso la città dove le forze dell'ordine hanno bloccato i punti di accesso con filo spinato e blocchi di cemento.Gli agricoltori hanno iniziato la loro marcia negli Stati settentrionali dell'Haryana e del Punjab, quest'ultimo considerato il granaio dell'India. Chiedono al governo di fissare un prezzo minimo per tutti i prodotti agricoli per supportare il settore.

Gli agricoltori stanno anche facendo pressione sul governo affinché mantenga la promessa di raddoppiare il loro reddito e di rinunciare a riscuotere i loro prestiti. Hanno dichiarato che protesteranno a Nuova Delhi finché le loro richieste non saranno soddisfatte.

Le autorità hanno vietato grandi assembramenti nella capitale e ha sospeso il servizio internet in alcuni distretti del vicino stato dell'Haryana per impedire la comunicazione tra i manifestanti.

L'ondata di malcontento degli agricoltori indiani nel 2021

La manifestazione arriva più di due anni dopo che il primo ministro Narendra Modi ha ritirato le controverse leggi sull'agricoltura da cui erano partitele precedenti proteste, durante le quali decine di migliaia di agricoltori si erano accampati fuori dalla capitale.

Il ritiro delle leggi sull'agricoltura nel novembre 2021 deciso dal Governo Modi è stato visto come una grande vittoria. All'epoca il governo puntava a creare un mercato nazionale unico, limitando il potere degli Stati di determinare i prezzi. Nel gennaio dello stesso anno decine di migliaia di agricoltori avevano preso d'assalto lo storico Forte Rosso di Nuova Delhi e le proteste avevano ricevuto fino a 250 milioni di adesioni.

Dopo aver ritirato le leggi, il governo ha dichiarato che avrebbe istituito un gruppo di agricoltori e funzionari governativi per trovare il modo di garantire il sostegno a tutti i prodotti agricoli. Da allora, i numerosi incontri non hanno prodotto alcun progresso.

Le proteste degli agricoltori potrebbero impedire a Modi di essere rieletto

L'attuale marcia arriva a pochi mesi dalle elezioni in cui Modi dovrebbe vincere un terzo mandato.

Le proteste potrebbero rappresentare una sfida significativa per Modi e per il suo partito Bharatiya Janata Party, poiché gli agricoltori costituiscono il blocco di voti più influente in India e i politici da tempo considerano poco saggio inimicarseli. Il settore contribuisce per circa il 15 per cento al Pil del Paese, produce ricchezza per circa 3 miliardi di dollari l'anno e riesce a sfamare 600 milioni di persone.

La posta in gioco è alta soprattutto in Harayana e Punjab, dove gli agricoltori costituiscono una grande fetta della popolazione. I due Stati inviano 23 legislatori alla Camera bassa del parlamento indiano.

I colloqui di lunedì tra i leader delle proteste e il governo si sono rivelati infruttuosi e alcuni agricoltori e sindacati hanno annunciato uno sciopero rurale in tutto il Paese per venerdì.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Protesta agricoltori: l'Italia propone taglio tasse, agricoltori divisi su manifestazioni a Roma

Protesta agricoltori: trattori al Colosseo e delegazione da Meloni in attesa di Sanremo

India, al via la decima edizione dell'International Yoga Day