EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Svezia nella Nato: l'Ungheria non frena (quasi) più, il primo ministro svedese incontra Orbán

Il primo ministro svedese Ulf Kristersson con il Segretario generale della Nato Jens Stoltenberg
Il primo ministro svedese Ulf Kristersson con il Segretario generale della Nato Jens Stoltenberg Diritti d'autore Jonas Ekstromer/TT News Agency vía AP
Diritti d'autore Jonas Ekstromer/TT News Agency vía AP
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'Ungheria è l'unico Paese che non ha ancora ratificato l'adesione della Svezia alla Nato. Il voto del parlamento turco è arrivato poche ore dopo l'invito di Orbán al premier svedese Kristersson

PUBBLICITÀ

Il primo ministro svedese Ulf Kristersson ha accettato l'invito del suo omologo ungherese, Viktor Orbán, a recarsi a Budapest per parlare dell'ingresso della Svezia nella Nato, dopo il sì della Turchia.

In una lettera pubblicata da un'emittente svedese, Kristersson si è detto d’accordo sul fatto che “un dialogo politico più intenso" tra i due Paesi possa essere vantaggioso, perchè esistono “diverse questioni di interesse comune”.

L'Ungheria è l'unico Paese che non ha ancora ratificato l'adesione del Paese nordico. Il voto del parlamento turco è arrivato poche ore dopo l'invito di Orbán a Kristersson.

L'opposizione ungherese

Budapest aveva continuato ad opporsi all'adesione della Svezia alla Nato, motivando il no con le critiche che la Svezia aveva indirizzato all'Ungheria in relazione alle violazioni dello Stato di diritto.

Orbán aveva anche dichiarato di non avere fretta di approvare la richiesta di adesione: "Non vedo alcuna circostanza impellente che ci costringa a ratificare la candidatura della Svezia, nemmeno la circostanza che l'aeronautica ungherese utilizzi i caccia Gripen svedesi, che potrebbero essere tranquillamente sostituiti".

L'invito di Orbán sembra sbloccare la situazione d'impasse.

Il sì della Turchia

Su X, dopo il via libera di Ankara, il ministro degli Esteri svedese Billström aveva scritto: "È una tappa positiva che la Grande Assemblea nazionale turca abbia votato positivamente alla candidatura della Svezia alla Nato. La Svezia - ha aggiunto - sarà un membro della Nato affidabile, solidale e determinato".

"D'ora in poi la nostra lotta contro il terrorismo continuerà in stretta collaborazione con la Turchia", ha aggiunto.

L'ammissione all'Alleanza richiede l'unanimità di tutti i Paesi membri. Il "sì" di Ankara ha richiesto più di un anno e mezzo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria, Orbán: "Pronti a ratificare l'ingresso della Svezia nella Nato

La Grecia respinge le accuse di brutalità contro i migranti, inclusi i presunti abbandoni in mare

Mediterraneo: ondata di caldo nell'Egeo, allerta pioggia sulle coste spagnole