EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Chi sono gli Houthi che attaccano nel Mar Rosso e chi li sponsorizza

I ribelli Houthi
I ribelli Houthi Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Gli Houthi, finanziati dall'Iran, affermano che non smetteranno di attaccare nel Mar Rosso fino a quando non sarà raggiunto un cessate il fuoco permanente a Gaza

PUBBLICITÀ

Dopo settimane di attacchi contro navi commerciali nel Mar Rosso, i ribelli Houthi dello Yemen sono ora al centro delle crescenti tensioni in Medio Oriente, che minacciano di estendere la guerra tra Israele e Hamas a un conflitto regionale.

Ma chi sono gli Houthi?

Gli Houthi sono un gruppo politico e religioso armato che si identifica con la minoranza musulmana sciita dello Yemen, gli Zaidi. Insieme ad Hamas e agli Hezbollah libanesi, il gruppo si è schierato contro Israele, gli Stati Uniti e l'Occidente.

Il movimento è stato fondato negli anni '90 da Hussein al-Houthi, ma la prima volta che la maggior parte del mondo ha sentito parlare dell'esistenza del gruppo è stato all'inizio degli anni 2000, quando ha combattuto contro il presidente autoritario dello Yemen, Ali Abdullah Saleh.

Nel 2011, durante la Primavera araba, Saleh ha ceduto il potere al suo vice Abdrabbuh Mansour Hadi. È durante il travagliato governo di Hadi che, nel 2014, i ribelli Houthi sostenuti dall'Iran sono scesi dalla loro roccaforte settentrionale nello Yemen e hanno conquistato la capitale Sanaa.

Nel 2015, il gruppo ha costretto Hadi a fuggire all'estero dopo aver conquistato parte del Paese. Questa mossa ha scatenato la reazione dell'Arabia Saudita, che temeva l'insediamento di un governo Houthi che sarebbe diventato essenzialmente un satellite dell'Iran.

Nello stesso anno, una coalizione a guida saudita è intervenuta per cercare di riportare al potere il governo in esilio dello Yemen, riconosciuto a livello internazionale, ma il conflitto si è infine arenato in una guerra per procura tra Arabia Saudita e Iran.

La guerra in Yemen ha devastato il Paese, la nazione araba più povera del mondo, uccidendo 150.000 persone tra civili e combattenti e provocando uno dei peggiori disastri umanitari del nostro pianeta. La guerra si è conclusa con un cessate il fuoco più di un anno fa, ma la pace permanente non è ancora stata raggiunta.

L'attuale leader degli Houthi è il fratello del fondatore del gruppo, Abdul Malik al-Houthi.

Cosa sta succedendo ora?

Mentre gli Houthi hanno attaccato sporadicamente le imbarcazioni nel Mar Rosso, il gruppo ha intensificato gli assalti alle navi commerciali da quando, il 17 ottobre, un attacco israeliano ha colpito un ospedale di Gaza, uccidendo e ferendo molti civili.

Gli Houthi affermano che non smetteranno di attaccare nel Mar Rosso fino a quando non sarà raggiunto un cessate il fuoco permanente a Gaza.

L'Iran ha negato il coinvolgimento negli attacchi.

La settimana scorsa, navi da guerra e aerei statunitensi e britannici hanno lanciato missili contro obiettivi Houthi nello Yemen, giustificando i loro attacchi come ritorsione per gli assalti incessanti del gruppo alle navi nel Mar Rosso, nonostante gli avvertimenti di Washington.

In precedenza gli Stati Uniti avevano evitato di contrattaccare, con il presidente Joe Biden che aveva ripetutamente affermato di temere un'escalation indesiderata della guerra in Medio Oriente. Ma martedì della scorsa settimana gli Houthi hanno lanciato la loro più grande raffica di 18 droni d'attacco a senso unico, missili da crociera antinave e un missile balistico antinave contro diverse navi commerciali e da guerra internazionali nel Mar Rosso, costringendo gli Stati Uniti a rispondere militarmente.

Secondo gli Houthi, gli attacchi americani e britannici hanno ucciso cinque delle loro forze e ne hanno ferite sei. Il gruppo si è rifiutato di ritirarsi e ha promesso di reagire.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mar Rosso: fiamme su una petroliera battente bandiera britannica, attacco Usa contro missili Houthi

Crisi Mar Rosso, le conseguenze sul trasporto marittimo per il porto di Trieste

Alta tensione tra Israele e Houthi: morti e feriti a Hodeida, abbattuto un missile dallo Yemen