Salario minimo: in Spagna aumenta, in Italia e altri cinque Paesi Ue non esiste

Lavoro e salario minimo
Lavoro e salario minimo Diritti d'autore /Captura de vídeo de AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

1.134 euro lordi in 14 mensilità: è l'accordo raggiunto in Spagna tra ministero del Lavoro e sindacati. In 6 Paesi europei, tra cui l'Italia, non è stato ancora istituito

PUBBLICITÀ

Il salario minimo sale in Spagna a 1.134 euro lordi in 14 mensilità, dopo l'accordo su un aumento del 5% tra il ministero del Lavoro e i sindacati Ugt e Ccoo. Un accordo che gli imprenditori non hanno firmato.

L'aumento va a beneficio di circa 2,5 milioni di lavoratori. La misura avrà effetti retroattivi dal 1° gennaio 2024. Dal 2018, quando si attestava a 736 euro, lo Smi ha accumulato un aumento del 54% in Spagna.

Nel 2022 ha superato la barriera dei mille euro e l'anno scorso, in un contesto di alta inflazione, l'aumento è stato dell'8% a 1.080 euro.

Dove è stato introdotto il salario minimo

Nell'Unione europea, il salario minimo è stato introdotto in 21 dei 27 Paesi membri.
Oltre all'Italia, gli altri membri dell'Ue che non hanno l'hanno previsto sono Finlandia, Danimarca, Austria, Svezia e Cipro.

In Italia il dibattito sul salario minimo è ripreso e poggia sull'ipotesi di una legge che preveda un salario minimo orario pari a 9 euro.

L'iter legislativo avrebbe il sostegno europeo, oltre che quello della giurisprudenza italiana. Con la sentenza 27711/2023, la Cassazione ha sancito il diritto del lavoratore al salario minimo costituzionale, congruo e dignitoso. 

Cosa non è, cosa è

Il salario minimo orario non deve essere confuso con il reddito minimo, finalizzato ad assicurare un emolumento minimo ai cittadini, compresi quelli senza lavoro, se in stato di difficoltà accertata. 

L'altra distinzione da fare è con il reddito di cittadinanza, che ha come obiettivo il reinserimento del beneficiario nel mondo del lavoro. 

Il primario scopo del salario minimo in Italia è rappresentato dal contrasto alla povertà: con la garanzia di una retribuzione che sia proporzionata al lavoro compiuto.

In generale, il salario minimo è stabilito per legge. In una minoranza di Paesi europei, è la contrattazione collettiva a definire, nei vari comparti di attività,  i minimi salariali.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il salario minimo è aumentato in vari Paesi dell'Ue: è sufficiente con un'inflazione così alta?

Forum a Davos, "ricostruire la fiducia" il tema. Il direttore: "Siamo di fronte a una nuova realtà"

L'economia russa si contrae, anzi no. Riviste al rialzo le stime di crescita