Ucraina: Igor Salikov, l'ex ufficiale russo pronto a rivelare i crimini di guerra

Esterno della Corte penale internazionale dell'Aia, Paesi Bassi
Esterno della Corte penale internazionale dell'Aia, Paesi Bassi Diritti d'autore Peter Dejong/AP
Di Christian Moore Agenzie:  AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Igor Salikov, l'ex ufficiale del Gruppo Wagner, è pronto a testimoniare davanti alla Corte penale internazionale sui crimini di guerra commessi dall'esercito di Mosca in Ucraina

PUBBLICITÀ

Lunedì 18 dicembre i media olandesi hanno dichiarato che Igor Salikov, 60 anni, ex combattente del gruppo paramilitare Wagner, è arrivato in aereo nei Paesi Bassi. Salikov sostiene di essere stato nell'est dell'Ucraina nel 2014, quando è scoppiato il conflitto nel Donbass, e nel 2022, quando la Russia ha invaso il Paese. 

"So da dove provengono gli ordini", ha dichiarato a EenVandaag in collegamento video - nonostante non sia stato possibile verificare l'affermazione, se verificate, le informazioni sulla catena di comando russa potrebbero essere cruciali per le indagini sui crimini di guerra commessi dai russi.

Salikov sostiene di aver prestato servizio come ufficiale del Gruppo Wagner, la milizia che ha avuto un ruolo di primo piano nell'invasione russa in Ucraina. Guidati da Yevgeny Prigozhin, i mercenari della Wagner avevano inscenato un ammutinamento a giugno - Prigozhin è morto in un incidente aereo due mesi dopo.

L'arrivo di Salikov all'Aia, dove ha sede la Corte penale internazionale, è a diversi mesi di distanza da quando la Corte ha emesso un mandato di arresto internazionale per il presidente russo Vladimir Putin, accusato a marzo di essere responsabile del rapimento di bambini ucraini. 

A Malaysian Airlines Boeing 777
A Malaysian Airlines Boeing 777JoePriesAviation.net/AP

Salikov sostiene inoltre di avere informazioni sul volo MH17 della Malaysia Airlines, abbattuto nel 2014.

Tutti i 298 passeggeri e l'equipaggio dell'aereo sono morti nell'incidente quando il velivolo della Malaysia Airlines è stato colpito da un missile russo sopra l'Ucraina orientale il 17 luglio 2014. Nel novembre 2022 un tribunale olandese ha condannato due russi e un ucraino filorusso per il loro ruolo nell'abbattimento del volo che viaggiava da Amsterdam a Kuala Lumpur.

A febbraio, il Joint Investigation Team (Jit), incaricato di indagare sull'abbattimento dell'aereo, ha dichiarato di aver trovato degli indizi sul fatto che Putin abbia approvato la fornitura di armi pesanti ai separatisti ucraini che hanno abbattuto l'aereo.

Tuttavia, il team ha dichiarato di non avere prove sufficienti per ritenere Putin colpevole: l'indagine, durata otto anni e mezzo, è stata sospesa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Il Cremlino se ne frega": Ex combattenti del Gruppo Wagner creano scompiglio in Russia e Caucaso

In Ucraina crimini da entrambe le parti. Dalla Russia "molti più abusi"

L'Aia: l'Armenia è il 124esimo membro della Corte penale internazionale