In Daghestan è caccia all'ebreo

Image
Image Diritti d'autore AP/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Israele chiede a Mosca di intervenire per proteggere le persone di nazionalità israeliana o di religione ebraica perseguitate nella repubblica caucasica

PUBBLICITÀ

Israele ha chiesto alla Russia di garantire la sicurezza dei cittadini israeliani e degli ebrei dopo le segnalazioni di rivolte e scontri antisemiti nell'aeroporto di Makhachkala, la capitale della repubblica del Daghestan, regione russa nel Caucaso.

Centinaia di persone sono arrivate al terminal mentre un aereo proveniente da Israele è atterrato lì domenica sera. La folla ha circondato coloro che erano sospettati di essere ebrei/israeliani e ha chiesto di mostrare i loro passaporti, poi hanno fatto irruzione nell'aeroporto, lanciando pietre contro la polizia che ha cercato di fermarli. Sono oltre 20 le persone ferite, di cui 2 in "gravi condizioni". La polizia ha arrestato 60 persone.

Secondo quanto riferito, veicoli blindati sarebbero stati inviati verso l'aeroporto, e sull'aeroporto sarebbero atterrati elicotteri con a bordo unità antisommossa della polizia (in una delle foto si può vedere la presunta specifica dell'elicottero).

Verso mezzanotte le forze dell'ordine hanno riferito che la situazione è sotto controllo.
I leader politici e religiosi del Daghestan hanno espresso una forte condanna dell'attacco. La procura ha aperto un procedimento penale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Funerali di Navalny a Mosca: la bara sepolta sulle note di "My Way", decine di arresti in Russia

Elezioni presidenziali russe, inizia il voto anticipato nelle aree remote dell'Estremo Oriente

Russia: 9 anni fa a Mosca l'omicidio di Boris Nemtsov