EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Kipchoge, oltre ai record c'è di più: "Voglio far correre il mondo per renderlo un posto migliore"

Kipchoge, oltre ai record c'è di più: "Voglio far correre il mondo per renderlo un posto migliore"
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Tokunbo Salako
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'atleta keniota, primo nella storia a correre una maratona sotto le due ore, ha ricevuto il premio Principessa delle Asturie 2023

PUBBLICITÀ

L'atleta keniota Eliud Kipchoge è diventato una leggenda vivente dello sport negli ultimi 20 anni e non mostra alcun segno di rallentamento. Ma ora si trova nell'insolita posizione di inseguitore, dopo che il suo record nella maratona è stato battuto. Lo abbiamo incontrato a Oviedo.

Prima di tutto, congratulazioni er aver ricevuto il premio Principessa delle Asturie per lo sport. Come si è sentito quando l'ha saputo?

Sono emozionato all'idea di essere tra i pochi a essere premiati, soprattutto nel mio campo, lo sport, e in particolare nella corsa.

Lei è stato descritto come un dono allo sport e all'umanità. Alcuni dicono che lei è il perfetto connubio tra mente e corpo, l'atleta degli atleti. Cosa prova quando sente parlare così di lei e della sua carriera?

Mi sento molto motivato. Mi sento ispirato e anche privilegiato per quello che la vita mi ha dato: questa è una motivazione enorme. Viviamo tutti su questo pianeta, e questo pianeta appartiene a tutti noi: dobbiamo essere una fonte di ispirazione in questo mondo. Dobbiamo vivere in armonia, in pace. Dobbiamo goderci la vita, ed è per questo che lavoro.

È questo il segreto del suo successo? Questo desiderio di voler ispirare gli altri perché lei è stato al vertice per 20 anni? È una cosa notevole, in qualsiasi campo.

Credo che il vero successo sia la padronanza di ciò che si fa. Mi rendo conto che più faccio meglio, più ispiro qualcuno, più trasmetto qualcosa di positivo a un bambino. Quello che faccio potrebbe ispirare qualcuno a uscire di casa la mattina e iniziare a correre.

Lei è conosciuto per tante cose: titoli olimpici, titoli mondiali, record nella maratona. Di recente, nel 2019, è stato il primo atleta della storia a correre una maratona in meno di 2 ore. Cosa ha provato?

È una sensazione fantastica. Quel record significa che non ci sono limiti per l'umanità. Per questo dico sempre che nessun umano è limitato. Voglio mostrare alle persone che non è necessario essere un corridore professionista per superare i propri limiti. Si può essere un insegnante, un pedagogo o un avvocato, ma per godersi la vita è necessario rompere la propria routine, provare cose nuove. Credo che la vita consista nello sfidare se stessi. Credo che la vita consista nel riposarsi la notte, alzarsi al mattino e cominciare la giornata con una nuova sfida da affrontare.

È un messaggio motivante. Ma come si è sentito dopo aver battuto quel record e dopo che le autorità olimpiche e atletiche mondiali non l'hanno riconosciuto?

In realtà non stavo correndo per gli organismi dell'atletica. Confido che i miliardi di persone che abitano il pianeta abbiano rispetto per quello che faccio. Non si tratta di essere premiati come detentori di un record, ma di fare la storia e cambiare il mondo. Sono felice di aver fatto la storia di questo sport. Sono felice perché ho dimostrato alle persone che nulla è permanente in questo mondo. Sono felice perché sono stato una piccola fonte di ispirazione per miliardi di persone.

Forse il motivo per cui ci sono state delle polemiche è che lei ha indossato quelle che vengono definite "super scarpe", che tanti atleti hanno indossato negli ultimi anni per battere i record. Il suo record nella maratona è stato battuto proprio all'inizio di questo mese. Ha intenzione di riprenderselo?

Ho ancora voglia di correre veloce. Ho ancora voglia di dimostrare al mondo che posso correre veloce. Ho voglia di dimostrare ai ragazzi, alle nuove generazioni, che voglio correre più a lungo. La longevità è la chiave nello sport, la longevità è la chiave in qualsiasi professione. Si sa, i record sono lì per essere battuti. Questo dimostra la bellezza dello sport e che qualcuno da qualche parte sta lavorando per questo.

Per le persone che non conoscono queste "super scarpe": può parlarci un po' di loro e di come funzionano?

Le super-scarpe funzionano davvero, impediscono ai muscoli di subire l'impatto dell'asfalto, del manto stradale. Lo scopo della corsa è prendersi cura dei muscoli. L'obiettivo dell'azienda che produce le scarpe è quello di assicurarsi che siate in forma, ma allo stesso tempo che vi prendiate cura dei vostri muscoli.

PUBBLICITÀ

Come gestisce fama e fortuna lontano dalla pista e dalla strada?

Mi comporto come un essere umano, fama e fortuna sono cose non preventivate, che raccolgo quando arrivano. Sono grato per la fortuna e la notorietà che ho avuto: le uso per ispirare i giovani.

So che lei ha investito gran parte della sua fama e della sua fortuna nella sua fondazione. Ci parli di come è nata, dei suoi obiettivi e dei suoi risultati.

Una volta ero seduto a pensare al luogo da cui provengo e al fatto che avevamo un'istruzione limitata. So che ciò che ci ha impedito di prosperare è stata l'impossibilità di accedere ad un'istruzione di buon livello. So anche che nello sport abbiamo bisogno di aria pulita. Così mi sono venute in mente due cose: la conservazione dell'ambiente e l'istruzione. Ho creato la fondazione Eliud Kipchoge, che si occupa esclusivamente di queste due cose: l'educazione e la cura del nostro pianeta. Perché ero convinto che se avessimo reso il nostro mondo pulito, avremmo reso le nostre acque blu e avremmo avuto un'aria pulita. Confido nel fatto che l'educazione sia la chiave per dare impulso allo sport. Confido che l'educazione sia la chiave per dare delle opportunità alle persone. Confido nel fatto che l'educazione è ciò che ti permette di relazionarti con gli altri, di sviluppare una coscienza e di lavorare per rendere questo mondo un luogo pacifico. La mia fondazione sta costruendo asili per i bambini. Dare ai bambini una base da cui partire è la strada da seguire. Voglio biblioteche piene di libri, perché la conoscenza è nei libri e confido che i bambini la acquisiscano.

PUBBLICITÀ

Un messaggio appropriato per concludere. Un'ultima domanda: abbiamo già parlato del record che vuole riprendersi, qual è la sua ambizione per il futuro?

La mia ambizione per il futuro, in realtà, è quella di far correre gli altri. Sono convinto che se al mondo tutti potessimo correre, potremmo renderlo un luogo felice e pacifico. Potremmo essere felici e goderci questo mondo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Kenya: almeno 13 morti nelle proteste a Nairobi contro l'approvazione della legge finanziaria

Morto il vicepresidente del Malawi, trovato il relitto dell'aereo scomparso

Sudan, almeno 104 morti nell'attacco delle Rsf al villaggio di Wad al-Noura