È battaglia nel Mar Nero. La Flotta russa ripiega lontano dalle coste ucraine per proteggersi

Image
Image Diritti d'autore euronews
Di Sasha Vakulina
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Immagini satellitari mostrano che le forze russe hanno trasferito almeno 10 navi da Sebastopoli, in Crimea, a un porto russo

PUBBLICITÀ

L'esercito russo ha recentemente trasferito diverse navi della Flotta del Mar Nero dal porto occupato di Sebastopoli, in Crimea, al porto di Novorossijsk, nel Kraj di Krasnodar, probabilmente nel tentativo di proteggerle dai continui attacchi ucraini ai beni russi nella Crimea occupata.

L'institute of study of war afferma che le immagini satellitari mostrano che le forze russe hanno trasferito almeno 10 navi da Sebastopoli a Novorossijsk, tra cui tre sottomarini diesel, cinque navi da sbarco e diverse piccole navi missilistiche.

I funzionari ucraini affermano che la linea del fronte di battaglia marittimo è stata allontanata di almeno 185 km dalla costa ucraina da quando è iniziata l'invasione su larga scala della Russia.

Natalia Humeniuk, a capo del centro stampa del comando militare meridionale ucraino, ha dichiarato che le navi e le imbarcazioni russe della flotta del Mar Nero non stanno navigando verso le acque territoriali ucraine e, pur apparendo vicino alla costa della Crimea, non vanno oltre Capo Tarkhankut.

All'inizio dell'invasione su larga scala della Russia, nel febbraio del 2022, le navi russe si erano avvicinate alla regione ucraina di Odessa, a portata di artiglieria.

Alla fine di settembre il ministero della Difesa britannico ha dichiarato che "la flotta russa del Mar Nero ha subito una serie di attacchi importanti", più dannosi e più coordinati di quanto avvenuto finora in guerra.

È in corso una battaglia dinamica e profonda nel Mar Nero. È probabile che questo costringa la Russia a un atteggiamento reattivo, dimostrando che l'esercito ucraino può minare la proiezione di potenza simbolica e strategica del Cremlino dal suo porto d'acqua calda nella Sebastopoli occupata.  

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, Zelensky visita le truppe al fronte

In Ucraina mancano i soldati volontari, le truppe al fronte sono esauste

Ucraina: le truppe russe consolidano le posizioni nel Donetsk