EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Usa, nuova incriminazione per Donald Trump. "Una caccia alle streghe" tuona il tycoon

Proteste anti-Trump
Proteste anti-Trump Diritti d'autore Jose Luis Magana/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Jose Luis Magana/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Trump è stato accusato dal Dipartimento di Giustizia di quattro capi di accusa nell’ambito dell’indagine relativi ai tentativi di rovesciare l’esito delle elezioni del 2020

PUBBLICITÀ

Alla fine l’incriminazione è arrivata. E ora Donald Trump rischia fino a 55 anni di carcere. L’ex presidente degli Stati Uniti è stato accusato dal Dipartimento di Giustizia di quattro capi di accusa nell’ambito dell’indagine relativi ai tentativi di rovesciare l’esito delle elezioni del 2020 prima dell’attacco al Campidoglio del 6 gennaio 2021.

È il terzo procedimento penale contro il tycoon in cerca di un secondo mandato alla Casa Bianca il prossimo anno.

Nei confronti di Trump sono stati mossi quattro capi di accusa: cospirazione per frodare gli Stati Uniti, associazione a delinquere per ostacolare un procedimento ufficiale, ostacolo e tentativo di ostacolare un procedimento ufficiale, cospirazione contro i diritti civili dei cittadini statunitensi per invertire i risultati elettorali negli stati.

Jack Smith, Procuratore speciale ha sottolineato che: "In questo caso, il mio ufficio chiederà un rapido processo in modo che le nostre prove possano essere esaminate in tribunale e giudicate da una giuria di cittadini. Nel frattempo, devo sottolineare che l'accusa è solo un'accusa e che l'imputato deve essere presunto innocente fino a prova contraria oltre ogni ragionevole dubbio in un tribunale".

A giugno Smith aveva accusato Trump nell’ambito dell’inchiesta sui documenti riservati e a marzo un gran giurì di Manhattan aveva accusato l’ex presidente di frode commerciale. 

Secondo quanto riferisce il New York Times, l’accusa a Trump riguarda tre complotti: uno per frodare gli Stati Uniti, un secondo per ostacolare un procedimento governativo ufficiale (lo spoglio elettorale) e un terzo per privare le persone dei diritti civili (elettorali) previsti dalla legge federale o dalla Costituzione.

“Ognuno di questi complotti – che si basavano sulla diffusa sfiducia che l’imputato stava creando attraverso bugie pervasive e destabilizzanti sui brogli elettorali – ha preso di mira una funzione fondamentale del governo federale degli Stati Uniti: il processo nazionale di raccolta, conteggio e certificazione dei risultati delle elezioni presidenziali”, si legge nell’atto di accusa.

Trump, che è stato convocato a comparire in tribunale questo giovedì a Washington davanti a un giudice, ha commentato la notizia sulla sua piattaforma social Truth, parlando di "interferenza elettorale" e "caccia alle streghe". Il tycoon ha detto di aspettarsi il rinvio a giudizio, definendo il procuratore un pazzo. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Lo "spettacolo" dei pro e contro Trump fuori dal tribunale di Washington

Washington, Trump in tribunale per l'assalto al Campidoglio: "Non sono colpevole"

Biden ai corrispondenti: "Liberare i giornalisti imprigionati, Trump bambino di 6 anni"