EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Cosa succederà alle vecchie auto? Un esperto dice se è il momento di passare a un veicolo elettrico

Visitors stand next to the new electric Chery EQ1 cars which display at the e-Motor show in Beirut, Lebanon.
Visitors stand next to the new electric Chery EQ1 cars which display at the e-Motor show in Beirut, Lebanon. Diritti d'autore Bilal Hussein/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Bilal Hussein/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Hannah Brown
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Può essere difficile sapere quale sia l'opzione di auto più rispettosa dell'ambiente, abbiamo chiesto consiglio ad un esperto

PUBBLICITÀ

Può essere difficile sapere quale sia l'opzione di auto più rispettosa dell'ambiente. 

È meglio tenere l'attuale veicolo fino alla sua morte, acquistare una nuova auto elettrica o convertire la tua auto in elettrica o ibrida?

Le zone a basse emissioni e un potenziale divieto dei motori a combustione stanno costringendo i proprietari di auto nel Regno Unito e nell'Ue a prendere in considerazione modalità di trasporto più ecologiche.

Con le autovetture che emettono fino a 3,2 tonnellate di CO2 all'anno a livello globale e l'aumento della temperatura che si avvicina sempre di più al limite di 1,5°C, non c'è dubbio che dobbiamo decarbonizzare il modo in cui viaggiamo.

Ma come raggiungere questo obiettivo è ancora in discussione.

Quanta CO2 ci vuole per produrre un veicolo elettrico?

Con 250 milioni di auto attualmente sulle strade europee, la maggior parte delle quali alimentate a combustibili fossili, la rottamazione dei veicoli più vecchi potrebbe non essere la risposta.

"Dobbiamo pensare in modo molto più olistico a come questi veicoli influenzano l'ambiente, non limitarci a fissare un tubo di scappamento ed eliminarlo", afferma Nick Molden, fondatore e amministratore delegato di Emissions Analytics, una società che analizza l'impatto ambientale dei veicoli.

Una delle principali differenze tra le emissioni di CO2 della produzione di un veicolo elettrico e di un'auto con motore a combustione è la batteria.

"Per un'auto elettrica, ci vogliono da otto a 10 tonnellate di emissioni di produzione per produrre una batteria da 80 chilowattora", afferma Nick.

Ciò tiene conto dei materiali estratti e raffinati in Cina, dove il carbone è ancora una delle principali fonti di energia. 

Mentre il mondo passa alle energie rinnovabili, questa cifra scenderà.

Canva
Limited chargingCanva

Una volta in viaggio, tuttavia, i veicoli elettrici alimentati a batteria sono privi di emissioni, a differenza delle auto con motore a combustione.

"Un'auto media nel Regno Unito, come una Nissan Qashqai o una Ford Kuga, emetterà da due a tre tonnellate di CO2 all'anno, per un guidatore medio che percorre circa 15.000 chilometri all'anno", continua Nick.

Sulla base di questi numeri, dovreste guidare un veicolo elettrico per circa quattro anni per bilanciare le emissioni di un'auto a combustione.

Ma queste batterie ad alto contenuto di carbonio non durano per sempre: la maggior parte viene fornita solo con una garanzia di otto anni. 

In genere, tuttavia, devono essere sostituite ogni 10-20 anni: le batterie devono durare "ben oltre la vita prevista" per garantire significative riduzioni di CO2, afferma Nick.

Quali altri ostacoli devono affrontare i veicoli elettrici?

L'ansia da autonomia, i costi e l'infrastruttura di ricarica limitata sono solo alcuni degli ostacoli che fanno riflettere le persone sui veicoli elettrici

PUBBLICITÀ

Ma c'è un altro problema di fondo di cui si parla meno: a causa della batteria, i veicoli elettrici pesano da 400 a 500 kg in più rispetto alle auto con motore a combustione. 

"Occorre montare pneumatici molto più grandi e appositamente progettati su quei veicoli, che in genere si usurano più velocemente", spiega Nick.

Le gomme per auto sono altamente inquinanti per la produzione e rilasciano particolato man mano che si consumano: una sostanza chimica tossica rilasciata dagli pneumatici - 6PPD-chinone - è stata persino identificata come la causa della moria di massa di salmoni nei fiumi dello Stato di Washington (Stati Uniti).

Vale la pena convertire le auto a gas in elettriche?

Solo nel Regno Unito circolano 33 milioni di automobili: "Non credo che nessuno abbia dubbi ora che ci stiamo muovendo verso una società decarbonizzata, il che pone la domanda: cosa succederà a tutte quelle macchine?", afferma Matthew Quitter, fondatore di London Electric Cars.

PUBBLICITÀ

La sua azienda converte i veicoli con motore a combustione in veicoli elettrici: un processo che, sebbene possibile, costa troppo perché la maggior parte delle persone lo prenda in considerazione.

La conversione di base costa circa € 23.000, non proprio conveniente.

Le auto ibride sono una buona soluzione?

Le auto ibride, che combinano serbatoi di benzina con batterie elettriche, sono controverse: Greenpeace UK è arrivata al punto di definire i veicoli ibridi plug-in il "lupo dell'industria automobilistica travestito da agnello".

A seguito di queste affermazioni, i test ufficiali hanno confermato che questi veicoli hanno tassi di emissione molto più elevati rispetto a quelli dichiarati dai produttori.

Nel Regno Unito e nell'Ue, la vendita di nuove auto ibride sarà vietata nel 2035: ciò offre ancora probabilmente ai conducenti abbastanza tempo per recuperare il costo del veicolo, soprattutto perché sono più economici dei veicoli elettrici.

PUBBLICITÀ

Evitano anche alcuni degli attuali problemi con i veicoli elettrici: gli ibridi non plug-in hanno batterie più piccole, il che significa che "non sono molto più pesanti di un veicolo standard", afferma Nick. 

Non fanno affidamento sull'infrastruttura di ricarica: nonostante abbiano un'autonomia elettrica limitata, sono ancora più ecologiche delle auto con motore a combustione.

Ma per coloro che possono permetterselo, passare direttamente a un veicolo elettrico è una scelta più rispettosa dell'ambiente rispetto al colmare il divario con un ibrido.

In quale altro modo possiamo diventare conducenti più ecologici?

Cambiare le nostre abitudini di guida ha lo stesso impatto che cambiare le nostre auto.

In un mondo perfetto, privo di emissioni di carbonio, abbandoneremmo tutti i veicoli privati e cammineremmo, andremmo in bicicletta o prenderemmo il treno. 

PUBBLICITÀ

Ma è improbabile che ciò accada, specialmente nelle zone rurali dove il trasporto pubblico non è ampiamente disponibile.

Un modo per ridurre drasticamente le emissioni, tuttavia, è scegliere di non fare viaggi in auto non necessari.

I governi hanno un ruolo da svolgere in questo: fornire incentivi per prendere i mezzi pubblici - come biglietti scontati o servizi migliorati - e tassare i conducenti in modo più pesante per il carburante e l'inquinamento potrebbe incoraggiare le persone a pensarci due volte prima di mettersi in viaggio.

Guarda il video qui sopra per saperne di più su quale tipo di auto dovreste scegliere.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ocse: inflazione e guerra frenano la crescita, previsioni riviste a ribasso

Arrivano in Europa le stazioni di cambio batteria della auto elettriche

Lotta all'inquinamento, resistenza in Irlanda allo stop all'uso della torba come combustibile