I colossi tech in difficoltà: da Apple ad Amazon è taglio ai costi

I giganti tech
I giganti tech Diritti d'autore Gene J. Puskar/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Gene J. Puskar/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tutte le grane dei giganti tech: cali importanti per Apple e Google mentre Amazon annuncia migliaia di tagli ai posti di lavoro

PUBBLICITÀ

Colpiti dalla crisi economica globale al punto da dover licenziare migliaia di persone, i giganti della tecnologia sembrano entrare nell'era della frugalità, promettendo tagli ai costi per rassicurare i mercati dopo anni di crescita sfrenata.

Alphabet (Google), Amazon e persino Apple hanno pubblicato i deludenti risultati trimestrali: il mercato sperava in una maggiore resistenza alla crisi economica.

Il calo di Apple

Apple, l'unica grande azienda del settore che non ha lanciato un piano sociale quest'inverno, ha subito una contrazione delle vendite del suo prodotto di punta, l'iPhone, con un calo di oltre l'8% su base annua nel periodo da ottobre a dicembre.

Il fatturato si è attestato a 117 miliardi di dollari (-5,4% su base annua) e l'utile netto a meno di 30 miliardi (-13%), entrambi risultati inferiori alle aspettative.

Tim Cook, il boss del marchio Apple, ha imputato queste scarse performance agli effetti dei tassi di cambio e soprattutto a problemi di approvvigionamento, dovuti a interruzioni nel sito di Zhengzhou (Cina), il più grande impianto di produzione di iPhone.

Amazon sta meglio, ma taglia posti di lavoro

Amazon, dal canto suo, ha superato le aspettative (quelle del mercato e le proprie) con un fatturato di 149,2 miliardi di dollari nel quarto trimestre del 2022. Ma non è stato un momento di festa.

La piattaforma di vendita al dettaglio online ha fornito una previsione prudente per il trimestre in corso, mentre il capo Andy Jassy ha menzionato in un comunicato "incoraggianti progressi nella riduzione dei costi" e una "incerta economia a breve termine".

Delusa anche Google

Alphabet, la società madre di Google, ha riportato un fatturato e un utile inferiori alle attese negli ultimi tre mesi dell'anno scorso, a causa della difficile congiuntura economica che ha raffreddato il suo business pubblicitario.

Il fatturato di Alphabet, pari a 76 miliardi di dollari, e l'utile di 13,6 miliardi di dollari sono risultati inferiori a quelli dello stesso periodo dell'anno precedente, come dimostrano i dati relativi ai guadagni, e il prezzo delle azioni è sceso di oltre il 6% nelle contrattazioni after-market.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mixed by Erry :I re degli hackers hackerati da Amazon: La storia dei fratelli Frattasio

Un'economista statunitense a capo del dipartimento Concorrenza della Commissione europea

Proteste a Zurigo davanti alla sede di Google contro il licenziamento di oltre 200 dipendenti