Ucraina: massiccio attacco russo su Kiev e altre città. Cremlino: "Impegno diretto dell'Occidente"

Access to the comments Commenti
Di Euronews - Ansa - AFP
Al riparo nella metropolitana. (Kiev, 26.1.2023).
Al riparo nella metropolitana. (Kiev, 26.1.2023).   -   Diritti d'autore  Efrem Lukatsky/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Giorno numero 336 della guerra.
Nuovo massiccio attacco russo sull'Ucraina: sembra chiaramente una risposta all'accordo con gli alleati occidentali per i carri armati "Leopard 2" e "M1 Abrams". 

Ma stando all'esercito ucraino, 47 dei 55 missili russi sono stati intercettati dalla contraerea di Kiev. 

"A Mosca, vediamo questo invio di carri armati all'Ucraina come un coinvolgimento diretto nel conflitto e vediamo che questo coinvolgimento sta crescendo.
L'operazione speciale in Ucraina non cambia".
Dmitry Peskov
Portavoce del Cremlino

La Germania, intanto, prevede di consegnare i carri armati "Leopard 2" promessi all'Ucraina "tra la fine di marzo e l'inizio di aprile", ha detto giovedì il ministro tedesco della Difesa Boris Pistorius.
Addestramento al via già nei prossimi giorni, entro la fine di gennaio. 
"Il mio compito principale"; ha dichiarato Pistorius, "è ora avviare trattative con l'industria della difesa con l'obiettivo di abbreviare notevolmente i tempi di approvvigionamento".

Markus Schreiber/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Il ministro tedesco della Difesa, Boris Pistorius. (25.1.2023)Markus Schreiber/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Attacchi sui Kiev e in altre città

Dopo una notte caratterizzata da allarmi anti-aereo in tutta l'Ucraina, già alle prime luci del mattino ci sono state esplosioni nella regione di Kiev e altre sono state udite anche a Vinnytsia, nell'Ucraina centro-occidentale, come riferisce l'emittente radio Suspilne.  

Per ora, ha perso la vita una persona e altre due sono rimaste ferite negli attacchi russi contro Kiev di giovedì mattina: lo ha annunciato il sindaco della capitale, Vitali Klitschko.

“Abbiamo informazioni su un morto e due feriti nel quartiere residenziale di Holosiivsky, a sud della città", ha scritto Klitschko su Telegram.

Telegram
Il sindaco Vitali Klitschko: "Esplosioni a Kiev. Restate nei rifugi!"Telegram

Da parte sua, l'amministrazione militare di Kiev ha affermato che si trattava di rottami di un missile russo abbattuto.
"Ci aspettiamo 30 missili", fanno sapere le autorità ucraine.  

"Qualcosa sta volando"

Secondo il quotidiano britannico "The Guardian", allarmi anti-aereo sono stati segnalati nel mattino di giovedì anche a Mykolaev, Zhytomyr e Leopoli, da una parte all'altra dell'Ucraina. 

Maksym Kozytskyi, governatore di Leopoli, ha esortato i residenti a mettersi al riparo e li ha avvertiti di non pubblicare informazioni sull'ultimo allarme aereo su Internet. Su Telegram, scrive Kozytskyi: 

"Missili nella regione vicina. Si stanno muovendo nella nostra direzione. Rimanete al riparo. Non filmate o pubblicate nulla su Internet. Se vedete un aereo sospetto, segnalatelo alle forze di difesa aerea, utilizzando la chatbot di Telegram "Qualcosa sta volando".
Maksym Kozytskyi
Governatore di Leopoli

Lo stesso governatore di Leopoli, in un messaggio successivo, conferma che nella regione di Leopoli la situazione è tranquilla. 

Black out di emergenza

Giovedì mattina a Kiev e in altre tre regioni sono state attivate interruzioni di corrente "di emergenza", in seguito agli attacchi missilistici russi: lo ha comunicato la compagnia elettrica privata DTEK.

"Questa è una misura preventiva che eviterà gravi danni alle infrastrutture elettriche, se i missili nemici dovessero raggiungere il loro obiettivo", ha spiegato DTEK.
Oltre alla capitale, i black out di emergenza sono in vigore nella regione di Kiev e in quelle di Odessa e Dnipropetrovsk.

La ministra degli Esteri francese Catherina Colonna in visita a Odessa. (26.1.2023)

Droni nella notte

Le forze di difesa ucraine hanno informano di aver abbattuto, la notte scorsa, 24 droni kamikaze Shahed lanciati dalla Russia su tutto il territorio nazionale: lo ha reso noto su Facebook il Comando aeronautico delle forze armate di Kiev, come riporta il sito Ukrainska Pravda.

"Nella notte del 26 gennaio, gli occupanti russi hanno ripreso gli attacchi contro l'Ucraina con droni kamikaze Shahed-136/131 di fabbricazione iraniana", scrive l'esercito, precisando che i droni sono stati lanciati dalla costa orientale del Mar d'Azov.
"Tutti e 24 sono stati distrutti da unità missilistiche antiaeree, aerei da combattimento e gruppi mobili dell'Aeronautica Militare, in collaborazione con unità di difesa aerea di altri componenti delle Forze di Difesa dell'Ucraina", sottolinea il Comando.