EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Ucraina, guerra nella guerra per i carri armati

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore Philipp Schulze/(c) Copyright 2017, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten
Diritti d'autore Philipp Schulze/(c) Copyright 2017, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La maggior parte della flotta di carri armati ucraini è composta da vecchi modelli T-72 di fabbricazione sovietica

PUBBLICITÀ

La maggior parte della flotta di carri armati ucraini è composta da vecchi modelli T-72 di fabbricazione sovietica.

Molti sono già stati distrutti dall'Esercito russo, che li usa anche in guerra e ha perso centinaia di unità.

Non è chiaro, tuttavia, quali siano le effettive scorte di carri armati dell'Esercito ucraino, sebbene kiev implori da settimane la consegna urgente di carri armati occidentali.

I tedeschi Leopard sono sulla bocca di tutti, ma ce ne sono anche altri, moderni ed equipaggiati, che potrebbero essere inviati presto.

I T-72 che hanno una velocità massima di 60 km/h ed un raggio operativo di 500, entrarono in servizio nel 1970, nove anni prima dei tanto attesi Leopard.

Via via, poi, giunsero gli statunitensi Abrams (1980), i britannici Challengers (1998) e i francesi Leclerc (1992).

Ralf Hirschberger/(c) dpa-Zentralbild
AP PhotoRalf Hirschberger/(c) dpa-Zentralbild

Sulla carta, dunque, i carri armati che l'Occidente è disposto a consegnare all'Ucraina sono superiori al T-72 di concezione sovietica, più datato anche se ha subito modifiche e migliorie.

"La Germania - dice Pere Ortega, esperto di industria militare, sicurezza e difesa del Centro Studi per la Pace - ha fornito Leopard a 12 Paesi, pertanto c'è una maggiore possibilità che questi Paesi, che sono all'interno della Nato, contribuiscano con accessori, cariche e proiettili".

Un altro vantaggio è che il tempo di addestramento per la gestione di questi mezzi è relativamente breve, solo cinque settimane.

Leopard e T-72 quindi si assomigliano, ma non sono uguali.

"Le tecnologie che sono incorporate nei Leopard - aggiunge Ortega - come la visione notturna e la visione laser, non sono così sviluppate nel T-72 russo.

Un Leopard potrebbe dunque essere considerato equivalente a tre carri armati russi, anche se la Russia ha molti più carri armati della Germania".

L'Ucraina ha richiesto 300 carri armati ai Paesi della Nato e solo i Leopard possono avvicinarsi a questo numero: a breve termine, Kiev potrebbe riceverne solo poche dozzine, ma dopo l'approvazione da parte della Germania delle consegne di Leopard all'Ucraina, gli Stati Uniti sono molto più vicini a inviare i loro Abrams.

Londra invierà invece 14 Challenger, un carro armato molto pesante ma altrettanto corazzato, mentre la Francia pensa di inviare alcuni dei propri Leclerc.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina: massiccio attacco russo su Kiev e altre città. Cremlino: "Impegno diretto dell'Occidente"

Zelensky ringrazia la "coalizione di carri armati": ora chiede aerei e missili a lungo raggio

Sostegno all'Ucraina, Scholz: "Fornire rapidamente due battaglioni di carri armati"