EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La crisi umanitaria in Ucraina e le trasformazioni della guerra con la Russia

Guerra in Ucraina
Guerra in Ucraina Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il generale inverno si allea con Putin e la battaglia adesso sta nel difendere le infrastrutture energetiche ucraine per non decimare col freddo la popolazione aggredita

PUBBLICITÀ

Con centinaia di persone che fuggono da Kherson in Ucraina, le Nazioni Unite sono preoccupate per la difficile situazione dei civili che rimangono e affrontano i rigori dell'inverno. Milioni di persone sono ancora senza elettricità mentre la Russia - con la complicità dell'inverno - continua a operare come un guastatore delle infrastrutture. Il portavoce delle Nazioni Unite afferma che sebbene siano iniziate le riparazioni delle reti idriche ed elettriche, la sopravvivenza dei residenti è messa a dura prova. "La situazione resta critica e negli ultimi giorni continua la fuga da Kherson, una tendenza registrata dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina". ha detto Stéphane Dujarric, Portavoce del Segretario Generale, Nazioni Unite. Dujarric ha anche informato che la coordinatrice umanitaria, Denise Brown, si è recata nel fine settimana a Kherson e Mykolaiv, nel sud del Paese, per verificare la situazione umanitaria in queste due città, incontrare le autorità e monitorare la risposta fornita dalle organizzazioni umanitarie. Ha detto che "dall'inizio della guerra e fino a poco tempo fa, Mykolaiv è stata bombardata quasi quotidianamente, lasciando circa 250.000 persone in città completamente tagliate fuori dall'approvvigionamento idrico e da altri servizi essenziali".

I misteri di Zaporizhzhia

Secondo il capo della compagnia nazionale ucraina Energoatom per l'energia nucleare, le truppe russe potrebbero lasciare la centrale nucleare di Zaporizhzhia tuttavia, la Russia smentisce qualunque ritiro dal sud dell'Ucraina. "Non si dovrebbero cercare segnali quando non ce ne sono e non possono esserci" : ha chiarito Dmitry Peskov portavoce del presidente rzsso Putin.

L'elettricità che non c'è

Nel frattempo, i residenti a Kiev sono riforniti di elettricità 4 ore al giorno con punti di riscaldamento temporanei installati dalle autorità - per poter garantire un pasto caldo e per ricaricare i telefonini. Chi vive nella città assediata di Bakhmut senza riscaldamento, elettricità, carburanti o acqua, riceve delle stufe a legna come unica rudimentale risorsa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il caso del blindato sbagliato: l'imprecisa propaganda russa in Italia

Attacco di droni ucraino a un deposito di munizioni russo, persone cosrette a evacuare

Ucraina: dieci prigionieri liberati grazie all'intervento del Vaticano