EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

'Ndrangheta: definitiva la condanna del boss Domenico Crea

Sentenza Cassazione su estorsione a imprenditore De Masi
Sentenza Cassazione su estorsione a imprenditore De Masi
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 09 NOV - È definitiva la condanna a 22 anni e 8 mesi di carcere per il boss Domenico Crea. Lo ha deciso la Corte di Cassazione che, nei giorni scorsi, ha rigettato il ricorso degli avvocati Francesco Albanese e Pasquale Loiacono confermando la sentenza emessa dalla Corte d'Appello di Reggio Calabria che l'anno scorso aveva condannato il boss per associazione a delinquere di stampo mafioso e per estorsione ai danni dell'imprenditore Nino De Masi, il testimone di giustizia che da anni vive sotto scorta. La sua azienda è presidiata dall'Esercito. De Masi si è costituito parte civile nel processo contro Domenico Crea, figlio del boss di Rizziconi Teodoro Crea detto "Toro" e fratello di Giuseppe Crea, già condannati in via definitiva per lo stesso reato. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attentato a Trump: la cronologia in immagini dell'attacco

India: le celebrazioni per il matrimonio dell'anno tra Anant Ambani e Radhika Merchant

Attentato a Donald Trump: le reazioni della politica internazionale