EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Errore da 11 cent nel saldo della Tari, 'Comune chiede 24 euro'

Il caso a Bologna, il costo della procedura di recupero
Il caso a Bologna, il costo della procedura di recupero
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 29 OTT - Un errore da 11 centesimi nel pagamento della Tari, la tassa sui rifiuti, costa a un cittadino quasi 25 euro. E' la cifra (24,66 euro per la precisione) che ha chiesto il Comune di Bologna a un professionista residente in città. Al totale l'amministrazione arriva mettendo in fila una serie di voci, il costo della procedura di recupero del credito. Al debito di 0,11 centesimi di euro, infatti, risalente al 2019, si aggiungono 2 euro di spese di comunicazione, 4,55 di rimborso per attività di supporto alla riscossione, poco meno di un altro euro e mezzo di interessi legali e di mora e oltre 15 euro di spese di notifica. Il tutto da pagarsi entro dieci giorni dalla comunicazione del Comune. "Se avessero fatto una telefonata - commenta il professionista parlando con l'ANSA - avrebbero recuperato subito 11 centesimi, ma si preferisce lucrare sul recupero del credito. Credo che sia immorale: una persona in difficoltà economica che commette un errore così veniale rischia di perdere la serenità per un sistema che è chiaramente speculativo e nemico del cittadino". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Razionamento dell'acqua in Romania per migliaia di persone a causa della siccità

Francia, comprare sesso resta un reato: lo decide la Corte europea dei diritti dell'uomo

Nato: governo italiano contro nomina di uno spagnolo a rappresentante speciale per il Mediterraneo