Bce, in arrivo nuovi dei tassi di interesse. Economia della zona euro a rischio rallentamento

Scultura dell'Euro a Francoforte, in Germania
Scultura dell'Euro a Francoforte, in Germania Diritti d'autore Diritti d'autore Michael Probst/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Inflazione e recessione. Nell'Unione europea l'inverno spaventa tutti, famiglie aziende e governi. Intanto questo giovedì la BCE alzerà di nuovo i tassi d'interesse

PUBBLICITÀ

Crisi energetica, inflazione alle stelle e recessione economica. I paesi dell'Unione europea stanno cercando di contenere l'aumento dei prezzi che grava su consumatori e aziende dell'area euro. La Banca centrale europea corre ai ripari e questo giovedì dovrebbe aumentare i tassi di interesse per evitare uno tsunami inflazionistico. Una misura che tuttavia potrebbe provocare un rallentamento dell'economia.

Il compito della BCE è particolarmente delicato, a causa del diverso livello di inflazione tra le principali economie dell'area euro. I tassi di interesse più elevati non possono essere selettivi.

Secondo Pierre Jaillet, ricercatore economico all’Iris e presso l’Istituto Jacques Delors di Parigi: “Noi paesi della zona euro abbiamo un'unica politica monetaria con 19 diverse politiche fiscali e di bilancio coordinate in modo inefficiente con orientamenti diversi. La spaccatura tra le diverse misure di sostegno economico per le persone ha mostrato un'enorme differenza di politiche di controllo dei prezzi anche tra i grandi Paesi. Si è parlato dei 200 miliardi di euro che sono stati stanziati dalla Germania, anche la Francia ha stanziato cifre importanti dall'autunno 2021. Eppure tutte queste politiche non sono state coordinate a livello europeo.”

La mancanza di coordinamento delle politiche economiche è il tallone d'Achille dell'euro rispetto ad altre grandi economie come gli USA. Qui il giusto bilancio tra politica monetaria e le misure di bilancio sono più efficace nel contrastare i rischi di recessione. Stando all'indice di Standard and Poor's, al di sotto del 50%, le aziende stanno iniziando a risparmiare, i tempi di crisi e recessione sono imminenti. Società e consumatori iniziano a perdere reddito e profitti a causa dei costi dei beni di prima necessità fortemente lievitati.

“Possiamo discutere di come distribuire la perdita di reddito tra le diverse categorie della popolazione e cercare di proteggere le famiglie a reddito più basso, ha notare André Sapir del Bruegel Institute. Questo significa anche chi ha un reddito più elevato deve accettare che ci sia una perdita, non possiamo compensare tutti con la spesa pubblica, individuo o azienda, nella nostra economia.”

I governi che sostengono i consumi potrebbero essere un onere aggiuntivo per i bilanci statali e gonfiare i debiti pubblici che sono già stati messi a dura prova dalla crisi del Covid. La politica dovrà trovare il giusto mix economico per affrontare la tempesta perfetta.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bonifici flash obbligatori in tutta l'Unione Europea: la nuova proposta della Commissione

Gaza, il carburante agli sgoccioli è un bene essenziale come il cibo

Germania, recessione tecnica per l'economia del paese