EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Violenta scossa di magnitudo 6.9 a Taitung. Crolli di edifici e danni ingenti

Danni del terremoto a Taiwan
Danni del terremoto a Taiwan Diritti d'autore AP/EBC
Diritti d'autore AP/EBC
Di Debora Gandini
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Rientrata l’allerta tsunami. Taiwan è soggetta a terremoti trovandosi all'incrocio di due placche tettoniche

PUBBLICITÀ

Un forte terremoto ha colpito il sud-est di Taiwan provocando ingenti danni e almeno una vittima. Il sisma di magnitudo 6,9 ha fatto crollare interi edifici a circa 50 chilometri a nord della città di Taitung, l’epicentro.

Dopo un’allerta iniziale l'Agenzia meteorologica giapponese e il Centro di allerta del Pacifico hanno dichiarato che non c’è alcuna minaccia di tsunami. Secondo il ministero della Sanità sarebbero quasi un centinaio le persone ferite, alcune sono state ricoverate in ospedale. Intanto 600 persone sono rimaste intrappolate nelle zone panoramiche delle montagne di Chike e Liushishi a causa delle strade bloccate.

La forte scossa è stata avvertita anche all'estremità nord dell'isola, nella capitale Taipei. I responsabili dei parchi scientifici nelle città meridionali di Tainan e Kaohsiung, sede di importanti fabbriche di semiconduttori, hanno fatto sapere che non si sono stati impatti sulle operazioni.

Taiwan è soggetta a terremoti trovandosi all'incrocio di due placche tettoniche. Nel 2016 un sisma provocò oltre 100 morti mentre quello del 1999 provocò oltre 2000 vittime.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Taiwan, giura nuovo presidente Lai: "Indipendenza vicolo cieco" avverte la Cina

Terremoto a Taiwan, le telecamere riprendono la terra che trema

Terremoto a Taiwan: più di 600 persone ancora intrappolate, 42 i dispersi