This content is not available in your region

Liberata la regione di Kharkiv. Mosca smentisce di essere in difficoltà

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Un soldato ucraino issa la bandiera nella città Chkalovske liberata dalle forze russe
Un soldato ucraino issa la bandiera nella città Chkalovske liberata dalle forze russe   -   Diritti d'autore  Capture d'écran

Abbracci e lacrime di gioia. C’è chi festeggia l’arrivo delle truppe di Kiev nella regione di Kharkiv. Un soldato ucraino alza la bandiera nella città Chkalovske liberata dalle forze russe. Il filmato, condiviso da Volodymyr Zelensky su Telegram, è messaggio di speranze per gli ucraini: "Grazie alla 14esima brigata separata il nostro vessillo è tornato a sventolare in questa città nell'oblast di Kharkiv. E sarà così ovunque, ha sottolineato il presidente ucraino. Noi scacceremo gli occupanti da ogni posto, città e villaggio ucraini".

L'esercito di Kiev afferma che le sue forze hanno riconquistato oltre 3.000 kmq durante una rapida controffensiva nell'Ucraina orientale. Nel suo aggiornamento quotidiano sulla guerra in corso, l'Istituto per gli Studi sulla guerra, (ISW), con sede a Washington, ha fatto sapere che le forze ucraine sono avanzate a "settanta chilometri di profondità”. In cinque giorni hanno ripreso il controllo di aree e zone vastissime, molto più di quello che i russi sono riusciti a conquistare da aprile.

Sabato le forze armate ucraine avevano rilasciato immagini che mostravano e sue truppe entrare nella città di Izyum, base cruciale per i soldati di Mosca nella regione di Kharkiv. Nel video, che si ritiene sia stato girato da un membro della 25a brigata aviotrasportata, si vedono militari che presidiano barricate alla periferia della città, con la bandiera dell'Ucraina sventolante.

Secondo il portavoce di stato maggiore ucraino Oleksandr Shtupun, "Il nemico continua a subire perdite. Nell’area di Kharkiv, le unità nemiche della 3° divisione della 20a armata di armi combinate sono rimaste senza rotte di rifornimento. I soldati sono in preda al panico.”

Mosca: una mossa tattica la ritirata

Una versione dei fatti smentita dal portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov. Secondo il Cremlino le forze di Mosca stanno colpendo le postazioni dell'esercito ucraino nella regione di Kharkiv con attacchi di precisione. Sabato, il ministero della Difesa aveva tuttavia confermato la ritirata delle sue forze dalla stessa Izyum e Kupiansk, una mossa per consentire alle sue forze di "riorganizzarsi" nel territorio in mano ai separatisti filo-russi.

Nella regione di Donetsk intanto altre bombe russe sono cadute su Pokrovsk, provocando ingenti danni. Secondo il governatore della regione Pavlo Kyrylenko, i missili piovuti era parte di una raffica di attacchi alle città nella regione di Donetsk, nell'Ucraina orientale. Raid che hanno provocato la morte di decine di persone.  

Risorse addizionali per questo articolo • Agenzie internazionali