This content is not available in your region

Migranti a Melilla: la Commissione europea "benedice" la cooperazione Marocco-Spagna

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews World
Melilla, un giorno d'inferno. 24 giugno 2022.
Melilla, un giorno d'inferno. 24 giugno 2022.   -   Diritti d'autore  Javier Bernardo/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

La Commissione europea ha promesso di intensificare il lavoro con il Marocco per combattere i trafficanti di esseri umani, dopo la morte di 37 persone al confine tra Marocco e Spagna, due settimane fa.

Incontro a Rabat, venerdì, tra la Commissaria europea per gli Affari interni, la svedese Ylva Johansson, il ministro degli Interni spagnolo, **Fernando Grande-Marlaska,**e il ministro degli Interni del Marocco, Abdelouafi Laftit.

All'ordine del giorno, gli eventi del 24 giugno alla barriera di Melilla, quando centinaia di migranti e richiedenti asilo hanno tentato entrare nell'enclave spagnolo in Marocco.

L'accordo tra Commissione europea, Spagna e Marocco riguarda, in special modo, il rafforzamento della cooperazione di polizia, anche con indagini congiunte.

Fernando Grande-Marlaska, ministro dell'Interno spagnolo:
"Siamo soddisfatti dell'accordo raggiunto, che manifesta la volontà di lavorare insieme per risolvere la situazione. Siamo interessati a gestire insieme il dossier dell'immigrazione irregolare e a combattere le reti criminali che usano la violenza e sfruttano i clandestini, e continuiamo a lavorare per intraprendere le azioni necessarie contro le reti criminali".

Screenshot by AP Video
Il ministro degli Esteri spagnolo, intervistato a Rabat. (8.7.2022)Screenshot by AP Video

La Commissaria europea Ylva Johansson: 
"Abbiamo discusso di come cooperare ulteriormente nella lotta ai contrabbandieri, prevenendo situazioni violente e pericolose come quelle che abbiamo visto due settimane fa".

Screenshot by AP Video
La Commissaria europea agli Affari Interni, Ylva Johansson. (Rabat, 8.7.2022)Screenshot by AP Video

Sia Grande-Marlaska che Johansson hanno elogiato il Marocco per il suo lavoro, che  - secondo la Commissione europea - ha impedito 26.000 partenze irregolari e "sta facendo un importante lavoro di contenimento dell'immigrazione irregolare e dovrebbe essere riconosciuto per questo", ha dichiarato il ministro degli Esteri spagnolo.,

Relazioni "normalizzate"

Dopo anni di tensioni, le relazioni tra Madrid e Rabat sono molto migliorate da marzo, dopo che il governo di Pedro Sànchez ha accettato la proposta marocchina di autonomia del Sahara Occidentale, ex colonia spagnola, scatenando però una crisi diplomatica con l'Algeria.