This content is not available in your region

Nuovo governo in Francia a 4 giorni dalla nomina della premier Borne

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Pap Ndiaye, nuovo ministro dell'Educazione
Pap Ndiaye, nuovo ministro dell'Educazione   -   Diritti d'autore  MARTIN BUREAU/AFP or licensors

A 4 giorni dalla nomina del primo ministro, Elisabeth Borne, la Francia ha anche una nuova squadra di governo: 27 ministri, 13 donne e 14 uomini.
Dopo la rielezione del presidente Emmanuel Macron e la scelta di Borne, il rimpasto nell'esecutivo francese ha ridefinito il team con l'ingresso di alcuni nuovi esponenti.

Tra le novità figurano Damien Abad, ministro della Solidarietà, dell'Autonomia e dei Disabili, lo storico Pap Ndiaye che diventa ministro dell'Educazione nazionale e della Gioventù, Rima Abdul Malak è ministro della Cultura e la diplomatica Catherine Colonna è ministro dell'Europa e degli Affari esteri.

Riconfermati Bruno Le Maire all'Economia, Gérald Darmanin agli Interni ed Éric Dupond-Moretti alla Giustizia.

Gli altri ministri:

  • ministro della transizione ecologica e della coesione territoriale: Amélie de Montchalin
  • ministro delle Forze armate: Sébastien Lecornu
  • ministro della Salute e della Prevenzione: Brigitte Bourguignon
  • ministro del lavoro, dell'occupazione e dell'integrazione: Olivier Dussopt
  • ministro dell'istruzione superiore e della ricerca: Sylvie Retailleau
  • ministro dell'Agricoltura e della Sovranità alimentare: Marc Fesneau
  • ministro della trasformazione pubblica e della funzione pubblica: Stanislas Guerini
  • ministro dei Territori d'Oltremare: Yaël Braun-Pivet
  • ministro della Transizione energetica: Agnès Pannier-Runacher
  • ministro dello Sport e dei Giochi Olimpici e Paralimpici: Amélie Oudéa-Castéra

L'elenco dei ministri delegati: 

ministro per i Rapporti con il Parlamento: Olivier Véran; ministro per le Pari opportunità: Isabelle Rome; ministro dei Conti pubblici: Gabriel Attal; ministro degli Enti locali e regionali: Christophe Béchu; ministro del Commercio estero: Franck Riester; ministro per l'Europa: Clément Beaune. 

Portavoce del governo: Olivia Grégoire.