This content is not available in your region

Offensiva russa nell'Ucraina orientale; Kiev colpisce sull'isola dei Serpenti

Access to the comments Commenti
Di Giulia Avataneo  Agenzie:  ANSA
euronews_icons_loading
Guerra in Ucraina
Guerra in Ucraina   -   Diritti d'autore  Alexei Alexandrov/AP Photo

La Russia ha continuato a bombardare piccoli centri abitati sulla linea del fronte nella regione del Donbass e a prendere di mira infrastrutture strategiche per l'arrivo delle armi occidentali, riferisce Kiev. Tra queste un ponte fra Odessa e la Romania. Il Cremlino ha preso il controllo politico di Kherson, dove pianifica un possibile referendum.

Per ammissione di Mosca, il nuovo obiettivo ora è la conquista delle regioni orientali e di quelle meridionali dell'Ucraina.

Il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov ha detto martedì che l'aviazione russa ha colpito 32 strutture militari in Ucraina. Le forze missilistiche e l'artiglieria russa hanno distrutto due sistemi ucraini di razzi a lancio multiplo vicino a Berezivka e un sistema di difesa aerea vicino al villaggio di Komar.

Zelensky: rischio disastro nucleare

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy e il vice primo ministro Irina Vereshchuk hanno fatto visita ai bambini evacuati da Mariupol, che nell'assedio della città hanno perso entrambi i genitori.

Il presidente è tornato a sottolineare il rischio di disastro nucleare, dal momento che nelle ultime 24 ore Mosca ha lanciato missili vicino a tre centrali nucleari del Paese. Tutto questo ieri, alla vigilia dell'anniversario del disastro di Chernobyl.

"Se la Russia ha dimenticato cosa è successo a Chernobyl, significa che c'è bisogno di un controllo globale sulle sue dotazioni e sulla sua tecnologia nucleare", ha detto Zelensky in un videomessaggio.

"Dopo quello che hanno fatto le truppe russe a Chernobyl e Zaporizhzhia, nessuno al mondo può sentirsi sicuro sapendo quanti impianti, tecnologie e armi nucleari ha la Russia", ha aggiunto.

Raid di Kiev

Nelle ultime ore anche Kiev ha messo a segno due raid: il primo sull'isola dei Serpenti, consuistata all'inizio della guerra da Mosca.

Qui il governo ucraino sostiene sia stato colpito il posto di comando e distrutto il sistema missilistico antiaereo Strela-10. "Le nostre truppe continuano a combattere sulla frontiera occupata - afferma una nota del ministero della Difesa - Il nemico ha cercato di avanzare verso la regione di Mykolayiv vicino ai villaggi di Tavriyske e Nova Zorya, ma non ha avuto successo, ha subito perdite significative e si è ritirato".

L'isola dei Serpenti è un'isola nel Mar Nero situata a 35 km dalle coste dell'Ucraina e della Romania. Fa parte del distretto di Kilija nell'oblast' di Odessa, in Ucraina.

Mosca ha riferito di un deposito di munizioni in fiamme sul suo territorio all'alba di mercoledì. Si troverebbe vicino a Staraya Nelidovka, un paese nella regione di Belgorod, nella Russia occidentale, vicino al confine con l'Ucraina.