This content is not available in your region

Ucraina: in 200 protestano davanti a base Usa di Camp Darby

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Contro la militarizzazione del territorio'
'Contro la militarizzazione del territorio'

(ANSA) – PISA, 23 APR – Oltre 200 persone stanno partecipando
a un presidio davanti alla base americana di Camp Darby, tra
Pisa e Livorno, “per dire no alla militarizzazione del
territorio”. La manifestazione è promossa da una galassia di
partiti e movimenti vicini alla sinistra radicale e al
sindacalismo di base. L’iniziativa è anche una risposta a chi
“critica l’ipotesi di realizzazione di una nuova grande base
militare a Pisa, nel borgo di Coltano all’interno del parco
naturale, senza opporsi però al potenziamento di Camp Darby che
è già in atto”.
Il presidio si sta svolgendo in modo pacifico davanti ai
cancelli della base e sta rallentando il traffico veicolare. “A
Camp Darby – hanno scritto i militanti in un volantino – la base
Usa e Nato viene da anni potenziata per consentire il trasporto
delle armi via acqua e via ferrovia, la macchia mediterranea si
estende su quella parte di territorio anche se a dimenticarlo
pare siano numerose realtà e associazioni oggi in campo per
scongiurare la costruzione di una cittadella militare a Coltano.
Va detto senza polemica ma con assoluta chiarezza: il territorio
pisano è oggetto di una militarizzazione strisciante che dura da
almeno 20 anni, da quando hanno costruito l’hub militare, da
quando il mondo accademico è stato investito dell’interessamento
pressante di grandi industrie produttrici di armi. E l’impatto
ambientale di una base a Coltano è lo stesso di Camp Darby con
la differenza che questa base è stata imposta ai cittadini dopo
la Seconda guerra mondiale e da questa base parte la logistica
militare verso le aree di guerra in tutto il mondo”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.