EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Guerra in Ucraina, allerta per le mine navali alla deriva nel Mar Nero

Guerra in Ucraina, allerta per le mine navali alla deriva nel Mar Nero
Diritti d'autore capture d'écran euronews
Diritti d'autore capture d'écran euronews
Di Diana Sobaru
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Almeno due ordigni sono stati fatti detonare dagli sminatori della Marina romena. Lo stesso era già accaduto in Turchia. "Pericolo soprattutto per i mercantili"

PUBBLICITÀ

Non è solo dal cielo che la guerra in Ucraina rischia di debordare oltreconfine. 

Una mina navale di 50 centimetri di diametro è stata fatta detonare dagli sminatori della marina romena.

L'ordigno, in dotazione all'esercito ucraino, era alla deriva nel Mar Nero, con tutti gli elementi esplosivi attivi: le correnti lo stavano portando verso le coste romene, prima che la nave "Constantin Bălescu", che pattuglia quel tratto di mare, la intercettasse.

Gli specialisti militari si sono avvicinati alla mina a bordo di un'imbarcazione leggera; dopo averne identificato il tipo, si sono immersi per neutralizzarla, applicandovi 4 kg di esplosivo e facendola poi detonare a distanza.

"È una mina proveniente dall'Ucraina, in uso dal 2020" ha spiegato alla nostra corrispondente il comandante dei sommozzatori addetti allo sminamento Cătălin Gherghinescu. "Stiamo parlando di mine di piccole dimensioni, utilizzate contro le navi di superficie: hanno un carico esplosivo di 20 chilogrammi, e sono di colore nero, per cui se il mare è agitato possono non essere individuate".

 Non si tratta, in realtà di un'incidente isolato. 

La marina turca ha già intercettato almeno due ordigni nelle coste al nord-est del paese, e almeno un secondo ordigno è già stato fatto detonare dalla Marina romena, i cui ufficiai si aspettano che nei prossimi giorni altre mine, trasportate dalle correnti, raggiungano le loro acque territoriali.

"Queste mine - spiega il Comandante della "Constantin Bălescu" - si sono staccate da una diga e c'è un pericolo reale per la navigazione nella zona".

AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Ucraina, giovedì 24 marzo 2022: il bombardamento di una nave da guerra russa nei pressi del porto marittimo di BerdyanskAP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Il rischio maggiore al momento riguarda le navi mercantili, che per via delle loro dimensioni non hanno la capacità di individuare le mine in tempo utile per aggirarle. 

Per questo, gli sminatori della marina romena, che si aspettano che altre mine raggiungano le sue acque territoriali, rimarranno di pattuglia in zona.

Nel frattempo, un'allerta è stato diffuso a tutte le navi nel Mar Nero affinché rafforzino le attività di sorveglianza radar e visiva

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

A caccia di mine: le esercitazioni della Marina rumena nel Mar Nero

La Grecia respinge le accuse di brutalità contro i migranti, inclusi i presunti abbandoni in mare

Mediterraneo: ondata di caldo nell'Egeo, allerta pioggia sulle coste spagnole