This content is not available in your region

La nuova sfida della Corea del Nord. Pyongyang testa il nuovo missile Hwasong-17

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
La foto, distribuita dal governo nordcoreano. mostra il missile balistico intercontinentale Hwasong-17
La foto, distribuita dal governo nordcoreano. mostra il missile balistico intercontinentale Hwasong-17   -   Diritti d'autore  Copyright Korean Central News Agency/Korea News Service via AP

Come in un film di fantascienza in puro stile hollywoodiano, Kim Jong-un ha voluto mostrare al mondo la potenza militare del suo paese e quello lui considera il pezzo forte del suo arsenale in continua crescita: il missile balistico intercontinentale Hwasong-17.

In un video girato come fosse un documentario, il leader della Corea del Nord ha supervisionato personalmente il lancio del missile che dopo aver volato per 70 minuti è caduto nelle acque settentrionali del Mar del Giappone. Per la precisione, è caduto all'interno della cosiddetta Zee giapponese, 150 km a ovest della penisola di Oshima, la parte più meridionale dell'isola di Hokkaido.

Era dal 2017 che il regime di Pyongyang non conduceva un test simile, mettendo in allarme la comunità internazionale in un momento quanto mai delicato. Secondo Stéphane Dujarric, portavoce del Segretario generale dell’ONU, si è trattato di un’altra violazione della moratoria annunciata e auto-imposta nel 2018 su lanci di questo tipo e una chiara violazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza. Un gesto che rischia di portare a un’escalation delle tensioni nella regione. Parole condivise anche dal presidente sudcoreano, Moon Jae-in

"Si tratta un’altra violazione della moratoria annunciata e auto-imposta nel 2018 su lanci di questo tipo e una chiara violazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza."
Stéphane Dujarric
Portavoce Segretario generale ONU

I timori di Washington e Seoul

In una nota emessa dal palazzo presidenziale di Seul si legge che il lancio del nuovo missile "rappresenta una violazione della sua stessa moratoria e sugli Icbm che il presidente della Commissione Affari Statali Kim Jong-un ha promesso alla comunità internazionale.

Netta condanna è arrivata anche dalla commissione per la transizione presidenziale, il team del candidato conservatore uscito vincitore dalle presidenziali Yoon Suk-yeol, che ha definito il lancio del missile nord-coreano una "grave provocazione" di Pyongyang. Per gli analisti, la strategia di Kim Jong-un è ora convincere gli Stati Uniti a riconoscere il Paese come potenza nucleare e a revocare così le sanzioni. Pyongyang si dice pronta a un confronto con Washington ma le perplessità e i timori restano molti.

Con questo esperimento sono già 12, un numero record, i test di questo tipo effettuati quest’anno da Pyongyang, che, secondo Washington e Seoul, sta testando la tecnologia di questo nuovo missile Hwasong-17, che dovrebbe avere un maggiore potere distruttivo.