This content is not available in your region

Corea del Nord: Kim lancia un missile dentro alla Zona economica esclusiva del Giappone

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews - Ansa - Siti e agenzie internazionali
euronews_icons_loading
Corea del Nord: Kim lancia un missile dentro alla Zona economica esclusiva del Giappone
Diritti d'autore  AP

Kim Jong-un ha approfittato della distrazione del mondo... per lanciare - giovedi mattina, ore 6.34 italiane - un missile balistico, caduto ad appena 170 km dalle coste della prefettura giapponese di Aomori, nel nord-ovest del Giappone.

Lo ha confermato il ministero della Difesa giapponese.

Una distanza ravvicinata, che si trova all'interno della cosiddetta Zona Economica Esclusiva (ZEE) del Giappone.

Sempre più lanci

Dall'inizio del 2022, è il 22° lancio missilistico compiuto dalla Corea del Nord, che da settembre 2021 ha intensificato notevolmente la frequenza dei propri test.

Fonti del ministero giapponese della Difesa hanno fatto sapere che il missile lanciato - un missile balistico intercontinentale a lungo raggio - ha percorso circa 1.000 km e raggiunto un'altitudine di 6.200 km.

La Corea del Nord ha reagito con simulazioni di lancio dei propri missili e ha minacciato di dirigerli verso i punti di lancio dei missili nord-coreani.

Il presidente sud-coreano Moon Jae-in ha espresso il proprio disappunto per l'accaduto al termine della riunione del Consiglio sulla sicurezza nazionale, "per la violazione della moratoria autoimposta da Pyongyang" sui test e delle risoluzioni ONU.

AP/AP
Il presidente sud-coreano Moon Jae-in, durante il Consiglio di sicurezza. (24.3.2022)AP/AP

Nuove sanzioni?

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida, al momento, è fuori dal Giappone: in queste ore si trova a Bruxelles, per il vertice del G7. Ha subito condannato il lancio del missile e ha dichiarato che sta considerando di imporre nuove sanzioni alla Corea del Nord.

il 30 gennaio scorso, la Corea del Nord aveva lanciato un missile balistico a raggio intermedio, considerato il più potente mai lanciato da Pyongyang dal 2017 ad oggi.

Peggio che nel 2017

Particolarmente preoccupati la Corea del Sud e il Giappone, secondo i quali la Nord-Corea sta seguendo un percorso simile a quello del 2017, quando le tensioni nella penisola coreana erano al culmine, poi smorzate dall'intervento dell'allora presidente americano Donald Trump e dall'incontro con Kim, a Singapore, il 12 giugno 2018 e dalla successiva visita di Trump in Corea del Nord, il 30 giugno 2019.