This content is not available in your region

Pene ridotte agli assassini di Cerciello Rega

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
frame
frame   -   Diritti d'autore  frame

La Corte d'Assise d'appello di Roma ha ridotto a 24 e 22 anni la condanna per i due ventenni statunitensi che la notte del 26 luglio del 2019 uccisero, nel corso di una colluttazione, il carabiniere Mario Cerciello Rega.

I due, Finnegan Lee elder e Gabriel Natale Hjort in primo grado erano stati condannati all'ergastolo, in accoglimento delle tesi della procura, che aveva contestato ai due il reato di omicidio volontario in concorso.

I due statunitensi, in vacanza a Roma, avevano cercato di comprare della cocaina in una piazza di Trastevere, finendo per rubare uno zainetto allo spacciatore, il quale, a sua volta, chiamò i carabinieri.

Cerciello Rega e il suo collega di pattuglia di quella notte, Andrea Varriale, giunti sul posto in borghese, vennero aggrediti dai due turisti. Cerciello Rega, raggiunto da undici coltellate sferrate da Finnegan Elder, morì poco dopo in ospedale.