This content is not available in your region

Guerra in Ucraina: cominciano i sequestri dei beni per milioni di euro

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Yacht dell'oligarca russo Mordashov
Yacht dell'oligarca russo Mordashov   -   Diritti d'autore  AP Photo

Valgono 140 milioni i beni che l’Italia sta sequestrando agli oligarchi russi per dar seguito alle sanzioni internazionali contro la guerra in Ucraina.Sigilli sono scattati finora per i beni in Italia di Alexey Alexandrovich Mordashov, Oleg Savchenko e Gennady Timchenko. Sotto chiave anche proprietà riconducibili a Vladimir Rudolfovich Solovyov e Alisher Usmanov.

La lista di oligarchi

I tre miliardari Mordashov, Savchenko e Timchenko, ritenuti legati al premier russo Vladimir Putin, sono inseriti nella lista del Regolamento Ue 2032/261 del Consiglio del 23 febbraio scorso. La misura restrittiva è stata eseguita dalla Guardia di finanza, al termine di una serie di accertamenti patrimoniali. È stato il Nucleo di polizia valutaria ad analizzare le movimentazioni finanziarie degli ultimi anni dei due oligarchi, individuando investimenti da capo giro in territorio italiano.

A Alexey Alexandrovits Mordashov è stata applicata una misura restrittiva sull’imbarcazione "Lady M Yacht", localizzata nel porto di Imperia, dal valore stimato di circa 65 milioni di euro.  L’oligarca risulta principale azionista e presidente di Severstal, consorzio russo con le mani nel metallo, energia e miniere. Nel 2003, Mordashov è diventato anche comproprietario di Rossiya Bank. Nel 2021 Bloomberg ha stimato il suo patrimonio netto in 25,8 miliardi di dollari, tanto da indicarlo come il quarto uomo più ricco della Russia. Secondo Forbes, che tiene conto del patrimonio totale della famiglia, Mordashov è l’uomo più ricco della Russia con 29,1 miliardi di dollari.

Un ulteriore congelamento di beni ha riguardato un altro oligarca vicino a Putin, si tratta di Gennady Timchenko. Gli è stata sequestra l’imbarcazione «Lena», lunga 52 metri, che era ormeggiata a Sanremo.

Ad Oleg Savchenko, è stato sequestrato un immobile extra lusso, “Villa Lazzareschi”, in provincia di Lucca, del valore di 3 milioni di euro. Membro della Duma di Stato, Savchenko ha votato a favore del riconoscimento della Repubblica popolare di Donetsk e  di Luhansk e che ha pertanto sostenuto azioni e attuato politiche che compromettono l’integrità territoriale e la sovranità dell’Ucraina. 

**Le sanzioni europee **

Tra la fine di febbraio e i primi di marzo l’Unione europea ha adottato un pacchetto di misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina, tra le quali misure di congelamento di fondi e risorse economiche nei confronti di alcuni soggetti, nella lista nera dell'Ue anche Vladimir Putin e Serghei Lavrov;  il 2 marzo Bruxelles ha vietato  ogni operazione con la Banca centrale di Russia.