This content is not available in your region

Guerra in Ucraina: mezzi russi su Kiev. La città si prepara all'assedio

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Guerra in Ucraina: mezzi russi su Kiev. La città si prepara all'assedio
Diritti d'autore  Pavel Dorogoy/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Alle porte di Kiev la colonna di blindati russi. La Bielorussia raddoppia le truppe al confine

Al settimo giorno di conflitto, Kiev trattiene il respiro in attesa dell'assalto russo che potrebbe scattare da un momento all'altro. Gli Stati Uniti provano a dissuadere la Russia, promettendo all'Ucraina armi per 350 milioni di dollari, ma Putin sembra deciso a cercare la spallata, per tornare a negoziare in posizione di forza. E mentre la Bielorussia, alleata di Mosca, annuncia il raddoppio delle truppe al confine con l'Ucraina principale minaccia per Kiev è ora il convoglio con migliaia di uomini e centinaia di mezzi militari russi, che le immagini satellitari suggeriscono sia ormai arrivato a destinazione alle porte della capitale ucraina.

Bombe sull'ospedale militare e sbarco dei paracadutisti: Kharkiv sotto attacco

Già ieri l'invito russo ai residenti di Kiev a evacuare le zone residenziali vicine ai ripetitori. Poi l'attacco alla torre della televisione, che ha fatto cinque vittime e interrotto le trasmissioni. Caduta la città meridionale di Kherson, con i suoi 250.000 abitanti, a pagare il prezzo più alto è stata però nelle ultime ore soprattutto Kharkiv: almeno 17 vittime contate in serata dai soccorritori, mentre sotto il fuoco russo finisce anche un ospedale militare. Nella seconda città del Paese, violenti combattimenti sono però ripresi nella notte, dopo lo sbarco dei paracadutisti inviati da Mosca per espugnare la città.

Zelensky al Parlamento UE: "Provateci che siete con noi. Provateci che siete europei"

Avanzate militari a cui l'Unione Europea replica accelerando il suo avvicinamento a Kiev. Proprio mentre l'Ucraina ufficializza la sua domanda d'adesione, una standing ovation accoglie l'accorato appello, lanciato al Parlamento Europeo dal presidente Zelensky. "In questo momento ci stiamo battendo per i nostri diritti - ha detto - per le nostre libertà, le nostre vite, la nostra sopravvivenza. Provateci di essere davvero con noi. Provateci che non ci abbandonate e che siete veramente europei".

Ci stiamo battendo per i nostri diritti, per le nostre libertà, le nostre vite, la nostra sopravvivenza. Provateci che siete davvero con noi. Provateci che non ci abbandonate e che siete veramente europei.
Volodymir Zelensky
Presidente ucraino

Biden annuncia nuove sanzioni: "Putin isolato come mai. Stiamo facendo male alla Russia"

E se sul campo la popolazione si organizza intanto come può, sul fronte economico voltano le spalle a Mosca e sospendono operazioni e rapporti con la Russia anche il gigante dei cieli Boeing e quello petrolifero Exxon. Chiudere i rubinetti a Mosca è anche la strategia su cui insiste Washington. Nel suo discorso alla nazione, il Presidente Biden ha nella notte annunciato un'altra raffica di sanzioni contro la Russia: "Stiamo sostenendo l'Ucraina e facendo male alla Russia - ha detto -. Putin è ora isolato come mai".