This content is not available in your region

Cieli presidiati, le pattuglie aeree volano nello spazio Nato sul Mar Nero

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Pattuglie Nato
Pattuglie Nato   -   Diritti d'autore  Euronews

I piloti rumeni stanno volando in queste ore per proteggere lo spazio aereo della zona Nato nel Mar Nero

Sono decollati dalla base aerea di Ftesti e pattugliano le aree circostanti.
In un caso, gli aerei hanno intercettato un caccia ucraino.
Il giornalista di Euronews Romania, Adelin Petrișor, ha intervistato il comandante, il pilota dell' F-16, Mihaiță Marin, che ha partecipato all'operazione.
Il caccia ucraino è stato scortato amichevolmente all'aeroporto più vicino, quello di Bacau.

"Il gruppo QRA (quick reaction alert) è stato incaricato di intercettare un contatto non identificato da qualche parte nel nord della Romania - ha spiegato il pilota - Sono le procedure NATO: è stato intercettato e si è rivelato essere un SU-27 Flanker ucraino. Completata la procedura, il gruppo ha cercato di entrare in contatto con il pilota che si è rivelato collaborativo. Ha solo chiesto di arrivare nel più breve tempo su un campo di volo adatto per il suo aereo. I piloti rumeni hanno preso la decisione di guidare e scortare l'aereo ucraino sul campo d'aviazione di Bacau e il caccia è stato in grado di atterrare senza problemi".

- Sapete perché il pilota è entrato nello spazio aereo della Nato?

"Non ne abbiamo ancora idea, è una questione che le nostre autorità dovranno accertare".

- Ci sono molte tensioni nella regione del Mar Nero, quanto siete impegnati in questi giorni?

"Sicuramente siamo più occupati del normale. Quest'anno è iniziato con il dispiegamento delle forze aeree della Nato ai confini orientali dell'alleanza atlantica e della Romania. Le nostre attività si sono intensificate molto, abbiamo fatto inizialmente nella prima parte del mese più di 10 missioni per proteggere lo spazio aereo".

Le operazioni di allerta rapida sono aumentate drasticamente e si stanno svolgendo con altre forze della Nato.