EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Parigi: le "hijabeuses" vogliono giocare a calcio con il velo, la Federazione francese dice "No"

Vogliono poter giocare con il velo...
Vogliono poter giocare con il velo... Diritti d'autore Screengrab
Diritti d'autore Screengrab
Di Cristiano TassinariEuronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Manifestazione, a Parigi, di un gruppo di calciatrici contro le regole della Federazione francese di calcio, che impediscono loro di giocare con il velo

PUBBLICITÀ

Un gruppo calciatrici che indossa il velo - si definiscono "Les hijabeuses" - ha manifestato, mercoledi mattina, al Jardin du Luxembourg a Parigi, per protestare contro le regole della Federazione Francese di calcio, che impediscono loro di indossare l'hijab nelle partite ufficiali.

La Federazione francese risponde dichiarando di difendere il principio della laicità nello sport e ha ricevuto il pieno sostegno del Senato francese.

Del resto, è lo stesso Senato francese che, qualche giorno fa, ha approvato due emendamenti per "democratizzare lo sport".
Modificando un disegno di legge del governo, si vieta "l'uso di vistosi simboli religiosi nelle manifestazioni e nelle competizioni sportive organizzate da federazioni e associazioni".

Screegrab by AFP Video
Un momento della manifestazione e il riferimento all'hastag #footballpourtoutes.Screegrab by AFP Video

Subito si sono scatenate le polemiche: e lo stesso presidente Emmanuel Macron ha contestato..."velatamente" la misura approvata dal Senato.

Il collettivo "Les hijabeuses", già a novembre, aveva interpellato il Consiglio di Stato (che ancora non si è pronunciato) contro le regole della Federcalcio Francese, che già vietano di indossare "segni o abiti che manifestino appartenenza politica, filosofica, religiosa o sindacale".
Le musulmane militanti, però, non riconoscono questi regolamenti.

Secondo i neo-gollisti del partito dei Républicains, che hanno promosso gli emendamenti al disegno di legge, si tratta di provvedimenti necessari, poichè ogni competizione sportiva - dicono - si sta trasformando in confronti tra "quartieri-ghetto", soprattutto nella banlieu di Parigi e di altre città della Francia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Calcio d'estate: Gareth Bale trova casa a Los Angeles e Antonio Conte "massacra" i suoi giocatori

Violenze a Tirana alla vigilia della finale di Conference League

Sud Sudan, il riscatto delle donne passa da un pallone