This content is not available in your region

Caso Peng Shuai, compaiono altri suoi video sui media statali

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Caso Peng Shuai, compaiono altri suoi video sui media statali
Diritti d'autore  Michel Euler/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.

I media statali cinesi hanno pubblicato altri video di Peng Shuai, che mostrano la locale stella del tennis nel corso di un torneo a Pechino.

Il video è l'ultimo post dell'editore del Global Times, secondo il quale sarebbe stato scattato da uno dei loro fotografi all'evento.

Poche ore prima, erano state diffuse da un social di Stato nuove foto della tennista, della quale non si hanno più notizie dall'inizio di novembre, dopo che aveva denunciato abusi sessuali da parte dell'ex vice primo ministro Zhang Gaoli, importante uomo politico cinese.

L'inquietudine e il mistero sulla sua sorte hanno spinto la Women tennis association a minacciare di lasciare la Cina e mobilitato le star del tennis in tutto il mondo. 

Novak Djokovic, numero uno al mondo, ha detto di essere ''contento che ci sia stata una reazione da parte dei presidenti di WTA e dell'associazione tennisti professionisti è importante, perché quanto succede è orribile. (...) è necessario perché noi possiamo intraprendere delle azioni... ho sentito da un giornalista che la WTA è disposta a ritirarsi dalla Cina, intendo dai tornei giocati lì, a meno che il caso Peng Shuai non si risolva. Sono d'accordo al 100%".

Lo scandalo è scoppiato quando sui social della tennista sono comparse le accuse su Weibo, subito censurate e cancellate su tutte le reti, all'ex primo ministro. 

Accuse che non è chiaro se siano state pubblicate dalla stessa tennista. Dopodiché il mistero su Peng Shuai che scompare dai radar.

La scomparsa il 2 novembre

Sono ormai due settimane che la tennista cinese Peng Shuai non dà più sue notizie. È scomparsa così, da un giorno all'altro.

Peng lo scorso 2 novembre ha postato sulla piattaforma Weibo le accuse contro Zhang - Primo Ministro dal 2013 al 2018 - che l'avrebbe costretta a rapporti sessuali forzati nel 2018, prima di fare di lei la sua amante. 

Da quel momento nessuno ha più avuto notizie della 35enne.