This content is not available in your region

Legge di bilancio fatale: elezioni anticipate in Portogallo, alle urne il 30 gennaio 2022

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews
euronews_icons_loading
Legge di bilancio fatale: elezioni anticipate in Portogallo, alle urne il 30 gennaio 2022
Diritti d'autore  Armando Franca/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Elezioni anticipate in Portogallo: si voterà il prossimo 30 gennaio 2022.

Il presidente portoghese Marcelo Rebelo de Sousa (72 anni) ha annunciato lo scioglimento del Parlamento e la convocazione delle elezioni parlamentari, per superare la crisi di governo causata dalla mancata approvazione, la scorsa settimana, della legge di bilancio.

Il primo ministro Antònio Costa (60 anni), abbandonato dai partiti di estrema sinistra che lo avevano sostenuto fin dal 2015, non demorde e ha già promesso di fare una campagna elettorale per una "maggioranza rafforzata, stabile e duratura", mentre l'opposizione di destra è afflitta da divisioni interne.

Armando Franca/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Il primo ministro Antònio Costa pensieroso in Parlamento. 27.10.2021Armando Franca/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Perchè tutto si è bloccato con la legge di bilancio?

Il bilancio presentato mercoledì scorso al Parlamento di Lisbona presentava significativi miglioramenti per i cittadini meno abbienti.
Conteneva, tra l’altro, l’aumento del salario minimo, l’aumento delle pensioni, un decremento della tassazione, soprattutto in riferimento al lavoro straordinario, e l’aumento dell’indennità di fine rapporto.

Armando Franca/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Vista dall'alto del Parlamento portoghese, con sede a Lisbona.Armando Franca/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Un approccio riformista che è sempre stata la linea seguita da Antònio Costa e che ha permesso in questi anni di coniugare rigore e impegno sociale. Ma all’estrema sinistra non è bastato e così, nell’aula legislativa, il progetto di bilancio non è stato approvato.
Solo 108 i voti favorevoli, 5 gli astenuti e ben 118 i contrari, nei quali - ai voti dell’estrema destra di "Chiga" e del centro-destra del Partito socialdemocratico e dei Popolari - si sono uniti il Partito comunista e il Blocco della sinistra.

A questo punto, al Presidente della Repubblica portoghese Marcelo Rebelo de Sousa, che aveva già messo in guardia il Paese sui pericoli che correva la legislatura, non è rimasto che intraprendere l’iter che porterà alle elezioni anticipate.