This content is not available in your region

I morti da covid sono ben di più di cinque milioni

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Pandemia
Pandemia   -   Diritti d'autore  AP Photo

Il bilancio globale delle vittime del Covid-19 tocca i cinque milioni secondo i dati diffusi dalla Johns Hopkins University tuttavia alcuni esperti, compresi quelli dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ritengono che il vero bilancio della pandemia ad oggi sia da due a tre volte superiore a quanto suggeriscono le cifre ufficiali. Cinque milioni sono la valutazione minima.

L'evoluzione del coronavirus

Dal momento della sua comparsa, per la prima volta in Cina alla fine del 2019, il coronavirus si è diffuso rapidamente ed è mutato in almeno una dozzina di nuove varianti. L'ONU continua a chiedere un programma di vaccinazione generalizzato e lo ritiene una misura più che necessaria. "Il Segretario generale ha definito una vergogna globale il fatto che mentre i paesi ricchi stanno distribuendo terze dosi del vaccino anti-COVID-19, solo il 5% circa delle popolazioni africane è completamente vaccinato": dichiara Florencia Soto Nino-Martinez, portavoce aggiunto del Segretario generale ONU. Per le Nazioni Unite bisogna vaccinare almeno il 40% delle persone in tutti i paesi entro la fine di quest'anno per poi vaccinare il 70% della popolazione mondiale entro la metà del 2022.

Il caso Romania

La Romania, che sta cercando di far fronte a una quarta ondata della pandemia, è costretta a trasferire pazienti con forme gravi di Covid-19 in Germania, dopo averne già trasferiti in Ungheria, Polonia e Austria. Il sistema sanitario romeno è in gravi difficoltà nell'affrontare la pandemia. Ci sono "differenze enormi" nelle vaccinazioni anti Covid-19 in Europa, con conseguenze importanti in termini di ricoveri e decessi; per questo motivo il primo obiettivo per combattere la pandemia deve essere portare il vaccino ovunque nel mondo: lo ha detto il ministro italiano della Salute Roberto Speranza, nell'incontro dell'Ecam (European Corporate Council on Africa and Middle East), organizzato a Roma con il contributo di San Donato e GKSD, in collaborazione con The European House Ambrosetti.

Il vaccino deve essere considerato un bene pubblico globale, un diritto di tutti e non un privilegio di pochi Paesi più forti e più ricchi. Ha aggiunto Speranza.

La quarta ondata anche nei Paesi Bassi e in Grecia

A fonte di una nuova impennata di infezioni da covid i Paesi Bassi impongono nuove restrizioni anti-coronavirus. Si torna all'uso della mascherine sul viso nei luoghi pubblici e un uso più ampio del green pass che attesti la prova della vaccinazione COVID-19. I casi di lunedì sono stati del 45% in più rispetto alla settimana precedente.

La Grecia registra più di 5.000 nuovi casi giornalieri e circa 50 decessi quotidiani. Un tasso di vaccinazione relativamente basso è responsabile di questa situazione secondo gli esperti che dicono che la battaglia contro il Covid-19 è lungi dall'essere finita.