This content is not available in your region

Il Covid non allenta la morsa in Romania e Lettonia

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Il Covid non allenta la morsa in Romania e Lettonia
Diritti d'autore  DANIEL MIHAILESCU/AFP or licensors

A causa del Covid, la Romania ha registrato il più alto tasso di mortalità al mondo, in rapporto alla sua popolazione.
Le autorità sostengono che l'elevato numero di decessi è legato a un tasso di vaccinazione esiguo, inferiore all'11%.
Gli ospedali di tutto il Paese sono congestionati e attualmente le terapie intensive sono sature: non ci sono più letti disponibili

In tutta Europa la lotta al virus provede a diverse velocità.
In Lettonia e Slovacchia le autorità stanno imponendo nuovamente le restrizioni anti-Covid.
La Lettonia, in particolare, ha chiuso scuole, ristoranti e luoghi di intrattenimento per un mese a causa dell'aumento dei contagi. Un coprifuoco notturno sarà inoltre in vigore fino al 15 novembre.

Nel Regno Unito, che ha conosciuto una delle campagne di vaccinazione di maggior successo al mondo, si sta rendendo necessaria una tornata di richiamo vaccinale.
Con i nuovi casi che aumentano di quasi 50.000 al giorno, soprattutto tra ragazzi non vaccinati nella fascia di età tra i 12 e i 15 anni, la soluzione paventata è dunque quella di somministrare una terza dose di vaccino per anziani e persone vulnerabili.

Nel frattempo, in Portogallo non solo vengono distrinuite le dosi di richiamo: nel Paese è anche iniziato un programma di doppia vaccinazione contro l'influenza e il Covid.

Le autorità sanitarie prevedono di vaccinare circa due milioni di persone con la doppia somministrazione entro la fine di novembre.