ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ucraina: via libera alla legge che limita il ruolo degli oligarchi

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Ucraina: via libera alla legge che limita il ruolo degli oligarchi
Diritti d'autore  Eduardo Munoz/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Parlamento dell'Ucraina ha approvato, in seconda lettura, la legge che si propone di limitare il ruolo degli oligarchi.

La norma prevede l'istituzione di una sorta di registro, basato sulla definizione giuridica di oligarca a cui sarebbe vietato - tra le altre cose - finanziare i partiti politici e prendere parte ai processi di privatizzazione.
Gli alti funzionari, tra cui il presidente, il primo ministro e il presidente della banca centrale, sarebbero tenuti a dichiarare i rapporti che hanno avuto con loro.

Il presidente Zelensky sostiene che è necessario proteggere il Paese dagli uomini d'affari che hanno corrotto il sistema politico per decenni. I suoi oppositori dicono di temere che la legge venga applicata selettivamente per concentrare più potere nelle mani del presidente.

"Grazie alla legge, l'Ucraina ha la possibilità storica di costruire un rapporto civile e pulito tra le grandi imprese e lo Stato - ha rimarcato Zelensky - sì, a molti politici non piace. Sì, vogliono vivere come prima, lavorando per gli oligarchi. Sì, ci sono state molte pressioni sui nostri deputati, molti intrighi e persino ricatti. Ma la legge è stata approvata".

La legge, una sorta di antitrust con lo scopo di aumentare la trasparenza dell’apparato pubblico, è passata in prima lettura a luglio.
La seconda lettura di giovedì, con 279 voti a favore su 450, rilancia per l'approvazione definitiva del presidente.

Il sì parlamentare al provvedimento è arrivato il giorno dopo l'attentato a Serhiy Shefir, consigliere presidenziale: "Il primo consigliere del presidente dell'Ucraina è stato attaccato. Sono stati sparati 12 colpi. Tre di questi hanno colpito l'autista. Questo è il prezzo dei cambiamenti nel Paese, questo è il prezzo della riforma", ha commentato Zelensky.

Secondo i partiti dell'opposizione, la nuova legge darà troppo potere all'organo presidenziale che dovrà definire giuridicamente gli oligarchi: un conflitto di interessi che porterà maggiore corruzione.