EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Nigeria, torna a casa studentessa rapita da Boko Haram più di sette anni fa

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore AP Photos/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore AP Photos/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Faceva parte del gruppo di quasi 300 studentesse, la maggior parte di età compresa tra 12 e 17 anni, che furono rapite nell'aprile 2014 a Chibok, nel nord-est del Paese

PUBBLICITÀ

Una studentessa nigeriana rapita dai militanti di Boko Haram più di sette anni fa è tornata a casa.

Faceva parte del gruppo di quasi 300 studentesse, la maggior parte di età compresa tra 12 e 17 anni, che furono rapite nell'aprile 2014 a Chibok, nel nord-est della Nigeria, suscitando una protesta internazionale e la campagna #BringBackOurGirls per il loro rilascio.

"Ringrazio Dio di poter vedere mia figlia viva 7 anni dopo il suo rapimento a scuola - dice la madre - vorrei ringraziare il governo dello Stato di Borno e l'Esercito: che Dio riporti a casa le altre".

AP Photos/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
AP PhotoAP Photos/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Nel corso degli anni, molte delle ragazze sono state rilasciate o ritrovate dai militari, ma più di 100 risultano ancora disperse, secondo le stime di Amnesty International.

Le Forze armate stanno ancora combattendo per porre fine all'insurrezione jihadista che dura da 12 anni nel nord-est del Paese, un conflitto che ha causato 40.000 morti e oltre due milioni di sfollati.

Quasi 1.000 studenti sono stati rapiti in massa a far data dallo scorso dicembre, soprattutto negli Stati nord-occidentali e centrali del Paese.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nigeria, libere le studentesse rapite la scorsa settimana

Rio de Janeiro: presi in ostaggio su un bus, liberati dalla polizia militare

Israele in marcia per gli ostaggi: si negozia per tregua con Hamas e sul futuro di Gaza