ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Un ostello sui monti laziali, per attirare turisti e trattenere i giovani

Access to the comments Commenti
Di Euronews Agenzie:  AP
euronews_icons_loading
L'ostello Colle Mordani a Trevi nel Lazio
L'ostello Colle Mordani a Trevi nel Lazio   -   Diritti d'autore  via AP video
Dimensioni di testo Aa Aa

In Italia ci sono circa 700.000 edifici storici abbandonati. Invecchiamento della popolazione e disoccupazione giovanile sono la causa di un'enorme crisi demografica. I giovani abbandonano le aree rurali, per cercare l'America nelle grandi città o all'estero.

Ma a Trevi nel Lazio, un paesino sui Monti Simbruini, è nata un'iniziativa che permetterà a chi vi è nato di non dover andare lontano per trovare lavoro.

"Ad oggi in questa struttura lavorano circa 10 ragazzi tutti del posto, di Trevi nel Lazio e andiamo un po' a fermare quello spopolamento e quell'evasione che ci sono stati negli anni precedenti", spiega Pierluigi Bianchini, direttore dell'ostello Colle Mordani. "Soprattutto diamo la possibilità a questi ragazzi di imparare mestieri dimenticati e oggi è sempre più difficile che i giovani si mettano a fare questo tipo di lavoro".

L'ostello, creato da 10 giovani di Trevi nel Lazio, è sorto sulle ceneri di vecchie case abbandonate. I fondi per i lavori di rifacimento il gruppo li ha ottenuti grazie a "Itinerario giovani (Iti.Gi.): spazi e ostelli" l'iniziativa della Regione Lazio, sostenuta dalla Presidenza del Consiglio, che vuole valorizzare il patrimonio presente sul territorio regionale, coinvolgendo proprio i giovani.